Il centro dei Pacers ha parlato in un’intervista della difficoltà di questi giorni. Intanto, l’interesse delle altre franchigie nei suoi confronti continua ad aumentare.

Myles Turner è, ormai da settimane, uno dei giocatori più ricercati di questa trade season. Gli Indiana Pacers, infatti, sembrano pronti a farlo partire – nonostante l’infortunio (out 2/3 settimane per un problema al piede), che ne ha “raffreddato” il mercato per qualche giorno – e il giocatore continua a fare gola a molte organizzazioni.

Proprio per questo, Turner sta vivendo un momento molto prticolare, a livello emotivo, della propria stagione, tra problemi fisici e voci di mercato. Ne ha parlato in un’intervista per il sito Clutch Points.

“La trade season può essere veramente stressante. Non è un videogioco, non si può scambiare qualcuno e renderlo disponibile a giocare il giorno seguente. Siamo esseri umani anche noi, non avatar. […] La prima volta che sono stato vicino ad un’altra squadra era la scorsa estate. Col passare dei mesi continuavo a sentire rumors, e quello scambio era andato quasi a buon fine, ma poi non se ne fece nulla.”

Parole, quelle di Myles, che lasciano intendere che qualche movimento sia in atto anche in queste settimane. A conferma di questo, Eric Pincus (Bleacher Report) ha raccontato in un recente articolo come i Charlotte Hornets siano – dopo l’allontanamento (momentaneo?) di Los Angeles Lakers e Dallas Mavericks dal tavolo delle trattative – i frontrunner nella corsa al centro di Indiana.

“Indiana ha visto diverse squadre defilarsi nelle ultime settimane, dopo i problemi fisici di Turner. Questo potrebbe dare a Charlotte maggiori possibilità di trovare un accordo. Il pacchetto degli Hornets dovrebbe contenere Gordon Hayward (che ha giocato al college nell’Indiana e vorrebbe tornarci), oppure PJ Washington e Mason Plumlee.”

Il contratto di Turner (18 milioni circa garantiti per la prossima stagione) dovrebbe spingere Charlotte ad un’offerta che non comprende Hayward, contrattualmente e tecnicamente centrale per gli Hornets, ma la volontà del giocatore di fare ritorno nell’Hoosier State potrebbe rivelarsi decisiva.

Ancora 10 giorni per capire se il futuro di Myles Turner sarà in North Carolina.