FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Dr Rajpal Brar per 3CB Performance, tradotto in italiano da Marco Marchese per Around the Game.


Nel corso di Gara 2 del primo round di Playoffs tra Milwaukee Bucks e Chicago Bulls, Khris Middleton ha subito una distorsione al ginocchio sinistro con interessamento parziale del legamento collaterale mediale, che lo ha costretto a gettare la spugna e lasciare il terreno di gioco a partita in corso.

La sua returning timeline dipende dalla gravità della lesione incorsa al legamento. Se si trattasse di un infortunio di grado 1 (quindi molto lieve e con meno del 25% di tessuto coinvolto) potrebbe essere a disposizione di coach Mike Budenholzer tra 1-2 settimane; una lesione di grado 2 (tessuto coinvolto tra il 25-50%) richiede almeno 4-6 settimane per recuperare (come nel caso di Kevin Durant di qualche mese fa); infine, il grado 3 (con più del 50% di tessuto danneggiato) potrebbe rendere necessario l’intervento chirurgico, e quindi la timeline salirebbe ad almeno 4 mesi.

Nelle ultime ore sono circolate voci incoraggianti sull’entità della lesione, che pare essere di primo grado (e dunque, un possibile ritorno in questa post-season). In ogni caso, come riportato da Adrian Wojnarowski, Middleton verrà sottoposto nei prossimi giorni ad ulteriori esami clinici che dissiperanno ogni dubbio. I Bucks attendono con le dite incrociate.

Anche se l’infortunio dovesse essere di entità non lieve, come si augurano i Bucks, non si tratta comunque del peggior infortunio possibile al ginocchio, anzi. Essendo in un’area ad ampio afflusso sanguigno, il legamento collaterale mediale recupera molto più facilmente rispetto, ad esempio, al collaterale anteriore, ed è piuttosto raro che si debba ricorrere all’intervento chirurgico. 

Se Khris non dovesse farcela a tornare in campo per questa Playoffs run (per sua timeline troppo lunga o per una prematura uscita di scena dei Bucks), la consolazione per Milwaukee è che Middleton quasi sicuramente riuscirebbe a tornare ai suoi livelli l’anno prossimo.

In questo momento, però, nella testa di Giannis e compagni c’è un solo obiettivo: il repeat. E la presenza di Middleton, ovviamente, è un fattore di primaria importanza per le chances dei Bucks.