Come annunciato dai Cleveland Cavaliers nella serata di ieri e come avevamo riportato qui nelle ultime ore, il rookie Evan Mobley oggi si è sottoposto ad una risonanza magnetica per accertare l’entità dell’infortunio al gomito destro occorso nella sfida contro i Boston Celtics, in seguito ad un contatto con Enes Kanter.

Secondo Marc Stein e Shams Charania, lo staff medico dei Cavs ha fatto sapere che le tempistiche di recupero per la distorsione al gomito sono stimate in “almeno 2-4 settimane“. La terza scelta al Draft 2021, dunque, sarà sicuramente assente per le gare in programma a novembre, con un impegnativo calendario che prevede Brooklyn (due volte), Golden State e Phoenix come prossime avversarie di Cleveland.

Oltre a Mobley, coach Bickerstaff dovrà fare a meno anche di Collin Sexton (che si vedrà a 2022 inoltrato, in seguito alla rottura del menisco) e, notizia dell’ultima ora, in occasione della prima sfida contro i Nets anche di Jarrett Allen.

Un brutto colpo per i Cavs, che hanno iniziato la stagione con 9 vittorie in 15 partite, occupando momentaneamente la quinta piazza nella Eastern Conference, ma che dovranno adattarsi a queste pesanti assenze per diverse partite.