Il centro dei Boston Celtics, Kristaps Porzingis, ha riportato un infortunio parecchio raro e singolare
FOTO: CelticsBlog.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Dr Rajpal Brar per 3CB Performance, tradotto in italiano da Marco Marchese per Around the Game.


Non arrivano buone notizie dall’infermeria per i Boston Celtics, che sono rimasti col fiato sospeso per il problema accusato dal centro lettone, Kristaps Porzingis nel corso di Gara 2. Il lungo europeo è stato costretto ad abbandonare il campo di gioco a causa di una slogatura del tendine tibiale posteriore, che a sua volta ha provocato una lesione del retinacolo mediale. Il tendine tibiale posteriore è un tendine che serve a mantenere stabile il collegamento tra l’osso della tibia e l’articolazione della caviglia, permettendone il movimento e stabilizzando il resto della gamba. Il retinacolo mediale è una struttura interna alla tibia, la cui funzione è quella di fissaggio delle parti molli all’osso – tra cui, appunto, il tendine tibiale posteriore. Viene composto da componenti mediali patellofemorali, patellomeniscali e patellotibiali. Il report dello staff medico dei bianco-verdi indica The Unicorn come day-to-day: ciò testimonia che tutto dipende dalla gravità della lesione. Si tratta inoltre di un infortunio più unico che raro – il che fa aumentare i rimpianti e la delusione del pubblico bianco-verde.


Infatti, un problema al retinacolo mediale può condizionare lo stesso tendine tibiale posteriore: esso, infatti, può essere soggetto a continue slogature, fuoriuscendo dalla sua abituale postazione e compromettendo il funzionamento dell’articolazione della caviglia. Inoltre, la quantità di dolore e di instabilità della parte anatomica non permettono la fluidità di movimento, Se il dolore dovesse essere persistente nel tempo, e la lesione non dovesse riuscire a rimarginarsi celermente, potrebbe essere necessario il ricorso all’intervento chirurgico per rimettere il tendine tibiale a posto e sistemare il retinacolo. Porzingis è reduce da un infortunio al soleo del polpaccio destro, subìto durante il First round dei Playoffs contro i Miami Heat. Lo staff medico dei C’s ha annunciato che i due infortuni non siano correlati, ma l’insorgenza di un secondo problema allo stesso polpaccio precedentemente infortunato suggerisce che, prima di rimandare l’ex Washington Wizards in campo, verrà impiegata la massima prudenza e scrupolosità.