Victor Wembanyama ha recentemente annunciato di aver firmato con Louis Vuitton.

FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Oscar Barkis per Air Alamo, tradotto in italiano da Marta Policastro per Around the Game.


Victor Wembanyama era considerato, già prima che fosse chiamato con la prima scelta assoluta dagli Spurs, il prospetto più promettente dai tempi di LeBron James. Anche se i risultati della sua squadra sembrerebbero indicare il contrario, oggi, dopo nemmeno 50 partite, pare che Victor non stia deludendo le aspettative.


Diversi Hall of Famer hanno vestito la maglia nero e argento: Tim Duncan, George Gervin, David Robinson e Kawhi Leonard sono tutti presenti nella classifica dei 75 giocatori più grandi di sempre. San Antonio potrà anche essere uno small market, ma la città è stata la casa di diversi fenomeni.

Nessuno di questi ha però mai avuto, fuori dal campo, la stessa personalità di Wemby. Victor è una superstar di fama internazionale, la sua canotta è già la quarta più venduta nella lega, per fare solo un esempio. È una delle stelle più luminose del basket, anche quando non è direttamente protagonista in campo, come dimostra il tweet nel quale, alla domanda se pensi mai a ciò che gli Spurs possano diventare dopo il rebuilding, nonostante il credo di Pop sia quello di non bruciare le tappe, ha affermato:

“È tutta la vita che mi dicono di fare un passo alla volta, ma questo non mi ha mai impedito di farli correndo”.

Questa settimana, Wembanyama ha annunciato una partnership con Louis Vuitton; chi meglio di lui per diventare il nuovo ambassador del marchio francese? I più attenti ricorderanno che l’abito che il fenomeno francese indossò la sera del Draft era proprio firmato Louis Vuitton, quindi sembra che l’azienda e il giocatore siano in contatto da un po’ di tempo. Il marchio francese ha subito diramato la notizia:

Victor Wembanyama è già sotto i riflettori oggi, figuriamoci come cambierà la situazione quando gli Spurs cominceranno a vincere qualche partita.