Il processo di ricostruzione di Portland potrebbe passare anche per la fine del rapporto con la point guard di Oakland.

FOTO: NBA.com

Il rapporto tra Damian Lillard e i Portland Trail Blazers, come è noto, è tra i più solidi di tutto il panorama NBA, con lo stesso Dame che ha più volte giurato amore eterno alla franchigia di Rip City.

Anche negli ultimi giorni – nonostante le diverse operazioni di mercato che hanno dato ufficiosamente il via al rebuilding di casa Blazers – Lillard, al momento fuori per un problema addominale, ha giurato amore eterno alla franchigia che lo ha scelto al Draft ormai 10 anni fa.

“Il mio cuore è un Portland Trail Blazer. Voglio vincere qui. Ho un piano per tornare a giocare al mio livello più alto. Sono un grande fan di Chauncey Billups. Abbiamo un bellissimo rapporto e penso diventerà presto l’head coach che vuole essere. Sono anche un fan di Joe Cronin [GM ad interim di Portland]. Sta osando, e mi ha detto che il suo obiettivo è quello di costruire una squadra vincente.

Sono in pace con me stesso, sto tentando di fare le cose per bene e stare a casa con la mia famiglia. Sto aspettando con pazienza che questa situazione si sviluppi. Quando [Joe] avrà finito, vedrò il risultato finale e proverò delle sensazioni più forti di quelle che provo ora. Ma penso che si debba lasciare lo spazio per fare il proprio lavoro.”

– Damian Lillard

Nonostante le dichiarazioni distensive, il processo di ricostruzione (e di riduzione dei costi in questa annata) di Portland non può rendere contento un Lillard ormai 31enne e da tempo desideroso di provare a competere per un titolo.

Per questa ragione, secondo quanto riportato da Marc Stein nella propria newsletter, diversi front office stanno tentando di approcciare Portland per provare ad imbastire una trade contenente il numero 0 da qui al gong delmercato (stasera, ore 21 italiane). Ci potrebbero essere clamorosi sviluppi nelle prossime ore?

QUI TUTTE LE NEWS E I RUMORS, IN CONTINUO AGGIORNAMENTO, DEL NOSTRO SPECIALE “TRADE DEADLINE”