FOTO: NBA.com

Paul George è fuori da due settimane per un infortunio al gomito e non dovrebbe rivedersi prima di fine gennaio. I Los Angeles Clippers senza di lui hanno perso 5 delle ultime 7 partite, e sono attualmente all’ottavo posto (19-20) nella Western Conference. Nonostante tutto questo, diversi giocatori dei Clippers negli ultimi giorni si sarebbero detti “poco preoccupati”, secondo Chris Haynes, riguardo al loro seed in ottica Playoffs.

Il motivo principale di questo ottimismo, come riportato su TNT dall’insider di Yahoo Sports, risiede nel possibile ritorno in campo di Kawhi Leonard in questa stagione:

“Il recupero di Kawhi Leonard dalla lesione al legamento crociato potrebbe avvenire prima del previsto. Ci sono ottime possibilità che rientri in questa stagione. (…) I Clippers sono convinti di essere, al completo, tra le prime forze nella Western Conference.”

La notizia non è del tutto sorprendente nell’ambiente Clippers, dopo le parole di Jerry West (membro esecutivo del front office), che nelle ultime settimane avevano già legittimato un cauto ottimismo. Ora, quell’ottimismo può essere meno cauto. I Clippers dal 2019 a oggi sono 72-32 quando Leonard e George hanno giocato insieme, 18-11 solo con Leonard, 31-25 solo con George e 11-15 in assenza di entrambi.

Numeri a parte, sarebbero da considerarsi una serissima contender, nel caso in cui Kawhi dovesse tornare in buone condizioni.

Aspettando speranzosi il ritorno delle due stelle, i Clippers dovranno sopravvivere a questo momento di difficoltà e non perdere (troppo) terreno nella corsa ai Playoffs. Il calendario delle prossime tre settimane – un periodo probabile per il rientro di PG – prevede: Grizzlies, Hawks, Nuggets, Pelicans, Spurs, Pacers, Nuggets, 76ers, Knicks, Wizards, Magic.