Il rebuilding dei Pacers dovrebbe iniziare con la cessione dei due lunghi. Quali sono le possibili destinazioni?

indiana pacers domantas sabonis myles turner around the game nba
FOTO: NBA.com

È passata esattamente una settimana da quando abbiamo parlato della possibile imminente rivoluzione in casa Indiana Pacers, pronti ad intraprendere con decisione la strada del rebuilding.

Il record della squadra di coach Carlisle attualmente è pessimo (12-18, valido per il 13esimo posto ad Est), le ultime stagioni sono state deludenti e un drastico cambio di rotta sembra a questo punto più che un’ipotesi.

Le piste più calde per dare inizio al cambiamento sono quelle riguardanti Myles Turner e Domantas Sabonis; Malcom Brogdon, invece, non potrà essere scambiato fino all’inizio della prossima stagione. Vediamo qualche possibile destinazione per i due lunghi sopra citati.

Myles Turner

Il centro non è contento della situazione ad Indianapolis, come ha spiegato a The Athletic:

“È chiaro che qui non riesco ad essere considerato come qualcosa in più di un role player. Voglio più opportunità, un ruolo più importante.”

(Myles Turner)

Una destinazione caldeggiata nel suo podcast da Scott Agness sono i Los Angeles Lakers, che in queste settimane si stanno guardando intorno per dare una scossa a un roster che non sta funzionando come speravano dopo l’acquisizione di Russell Westbrook.

Per Turner, LA dovrebbe sacrificare sicuramente Talen Horton-Tucker, assieme ad un altro paio di giocatori almeno, come suggerito da Frank Urbina (HoopsHype). Gli asset a dispozione dei giallo-viola, però, non sono molti e trovare un trade package attraente per i Pacers non sembra semplice.

Oltre ai Lakers, Agness ha suggerito anche una seconda possibile destinazione, gli Charlotte Hornets, alla ricerca di un 5 da inserire nella starting lineup al fianco di Ball, Rozier, Hayward e Bridges.

Un’altra ipotesi riguarda invece i New York Knicks: come riportato da Ian Begley (SportsNet New York), infatti, la dirigenza vorrebbe affiancare a Julius Randle un giocatore di livello in entrambe le metà campo nello spot di 5. In cambio, nel mirino dei Pacers ci sarebbero i giovani più interessanti a roster nei Knicks: Obi Toppin, Immanuel Quickley, Mitchell Robinson e ovviamente RJ Barrett.

Domantas Sabonis 

Sabonis non ha pubblicamente espresso disagio per la sua situazione ai Pacers, ma Kevin O’Connor (The Ringer) ieri ha riportato che il lungo lituano “wants out”, secondo fonti vicine all’organizzazione. Naturalmente, questo non ha fatto che amplificare le già presenti voci di mercato.

Secondo The Athletic, le due squadre più interessate sarebbero i Phoenix Suns e i Sacramento Kings.

La prima costituisce uno scenario intrigante, considerando che i Suns sono reduci da un viaggio alle Finals e si stanno confermando una contender in questi primi mesi di stagione. Le perplessità sul possibile trade package e soprattutto sul possibile fit di Sabonis con Ayton (dopo gli anni al fianco di Turner), però, sono più che lecite.

Quanto ai Kings, con l’avvicinarsi della trade deadine si intensificheranno – sì, anche quest’anno – i rumors intorno a una possibile partenza di Harrison Barnes e/o Buddy Hield. I Pacers potrebbero essere il trade partner giusto?