FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Louis Zatzman per Raptors Republic, tradotto in italiano da Edoardo Viglione per Around the Game.


Quando nel giugno del 2018 Nick Nurse venne nominato nuovo capo allenatore dei Toronto Raptors, rappresentò immediatamente un significativo cambio di filosofia rispetto al suo precedessore e Coach of the Year in carica Dwane Casey.

Nurse rappresentava l’emergente “analytics movement”. Prima di diventare assistente di Casey, era il coach dei Rio Grande Valley Vipers, squadra di G League affiliata agli Houston Rockets, nella quale Nick impressionò con il suo sistema basato su ritmo elevato e alto tasso di tentativi dall’arco. Due anticipazioni di quello che poi si è diffuso nell’NBA.

Nurse cercò successivamente di imporre la sua filosofia anche nei Raptors. Nella stagione 2017/18, duante il “culture reset year”, la 3PA Rate aumentò notevolemente, passando dal 26.4% (20esimi in NBA) al 34.8% (quinti). Nell’anno successivo si raggiunse il 38.9% e lo scorso anno un impressionante 40.6%.

La frequenza di tentativi dall’arco, insomma, ha sempre caratterizzato l’era-Nurse. Fino a quest’anno.

Nella Regular Season 2021/22, infatti, i Raptors hanno la frequenza più bassa (32.5%) in questa statistica dal 2016/17, l’anno precedente al “reset”. E sono 27esimi in NBA per tentativi da tre “non-garbage” a partita (32.1), ovvero il posizionamento più basso mai ottenuto dal 2011.

Questo cambiamento non era del tutto preventivabile, se si considera che sono rimasti molti dei tiratori da tre punti già presenti a roster la stagione passata, come Fred VanVleet, OG Anunoby e Gary Trent Jr. Nick Nurse, però, aveva già preso in considerazione questo cambiamento, come fatto capire da alcune sue dichiarazioni.

“Ad inizio stagione il nostro obiettivo era quello di tirare meno dall’arco, tornare indietro di quattro o cinque stagioni. Al momento direi che ci stiamo riuscendo. Penso che il miglioramento della nostra difesa abbiasco contribuito a ridurre questi numeri. Abbiamo avuto diversi problemi in fase offensiva, ma sappiamo che non siamo i soli e che sta capitando anche ad altre squadre. Dobbiamo solo continuare a lavorare. Sappiamo che i quintetti cambiano spesso per tutti in questa Lega e dobbiamo essere in grado di adattarci per giocare nel miglior modo possibile a prescindere da chi affrontiamo.”

(Nick Nurse)
FOTO: NBA.com

Ci sono molte ragioni, in realtà, per questo calo di tentativi dall’arco. Coloro che tiravano maggiormente da tre punti erano i già citati VanVleet, Anunoby e Trent, i quali complessivamente stanno tirando meno, ma c’è un motivo per ciascuno di loro.

Partiamo dal giocatore inglese. Le percetuali di OG sono calate da quando Kyle Lowry ha deciso di accasarsi a Miami ed è stato investito di molte responsabilità (e un volume accresciuto di tiro) nella fase offensiva dei Raptors. Ora il numero 3 deve comandare maggiormente l’attacco, giocare più post-up e agire maggiormente con screen assist.

Per quanto riguarda Trent, c’è una leggere diminuzione di 3PA nonostante un aumento del minutaggio, e questo perché sta tirando maggiormente dal mid-range.

Per VanVleet il calo è più evidente: da 9.2 a 7.8, anche in questo caso nonostante un aumente nel minutaggio). Essendo l’unico playmaker della squadra, FVV gioca molti pick&roll e spesso gli è richiesto di essere il giocatore che può creare tiri per i compagni.

In ogni caso, Anunoby sta diventando il futuro dell’organizzzione, Trent sta segnando di più rispetto alla scorsa stagione e l’efficenza offensiva di VanVleet è aumentata di molto.

FOTO: NBA.com

La quarta scelta assoluta all’ultimo Draft, Scottie Barnes, deve praticamente costrursi tiro ma ha dimostrato un potenziale molto interessante in queste prime settimane di NBA. Pascal Siakam, ora che è rientrato, si spera possa tornare più efficiente all’interno del perimetro e ritrovare confidenza nel suo tiro. Se il camerunese riuscisse a fare entrambe le cose, Toronto tornerebbe ad essere una squadra che può puntare ai Playoffs.

Al momento i Raptors stanno già vincendo più partite del previsto, e l’efficienza offensiva (109.4 Offensive Rating) è l’ottava dell’NBA.

“Non dirò che sono entusiasta dell’attuale fase offensiva, ma sono piuttosto contento. Ad inizio stagione tu puoi avere le tue idee o la tua filosofia, ma devi tener conto che ogni cambiamento richiede sempre un percorso.”

(Nick Nurse)

Coach Nick vuole trovare un nuovo sistema e farà ancora una volta quello che nessuno si aspettava.