FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Orlando Silva per FadeAway World, tradotto in italiano da Davide Corna per Around the Game.


La stagione 2021/22 di Ben Simmons si è chiusa senza giocare nemmeno un minuto, nè per i Philadelphia 76ers nè per i Brooklyn Nets.

I problemi di natura psicologica e un infortunio alla schiena sono le motivazioni che gli hanno impedito di scendere in campo per 12 mesi. Ora, Simmons si è appena sottoposto a un intervento chirurgico alla schiena e ha raccontato di essere pronto per iniziare il percorso di riabilitazione. A questo punto, i Nets sperano di avere Simmons in salute e pronto a giocare all’inizio della prossima stagione.

Non manca chi, però, sostiene che l’anno prossimo l’australiano potrebbe giocare con un’altra squadra. Zach Buckley di Bleacher Report ha recentemente scritto un articolo sulle superstar che hanno più bisogno di una “spalla”, e ha fatto il nome di Ben Simmons come possibile obiettivo degli Atlanta Hawks di Trae Young. Buckey ha ipotizzato una trade di questo tipo:

Gli Hawks ricevono: Ben Simmons e Cam Thomas;

I Nets ricevono: Clint Capela, Bogdan Bogdanovic e la pick n.16 al Draft;

Quando gli Hawks sono andati alla ricerca di una stella da affiancare a Trae Young all’inizio di questa stagione, hanno seriamente pensato a Ben Simmons. Molti, fra cui Shams Charania di The Athletic, sostenevano che Atlanta fosse la candidata più interessata a Simmons, prima della deadline. Non è da escludere che gli Hawks possano tornare di nuovo su quella strada.

Negli ultimi mesi, secondo B/R, Simmons avrebbe già fatto sollevare qualche sopracciglio a Brooklyn per non essere sceso in campo nella serie di primo turno contro i Celtics; e anche per questo non sarebbe impossibile una sua partenza dal Barclays Center nei prossimi mesi.

Una coppia formata da Young, l’unico giocatore della Lega a tenere più di 25 punti e 9 assist di media in questa stagione, e Simmons, probabilmente il difensore più versatile dell’NBA, è sicuramente affascinante, sulla carta. Hanno caratteristiche interessanti da combinare, e potrebbero essere tremendamente efficaci in transizione e nei pick&roll.

Nel caso in cui da Brooklyn dovessero arrivare segnali di apertura per un’eventuale partenza dell’australiano prima ancora del suo debutto con la squadra, gli Hawks probabilmente sarebbero tra le squadre in prima fila.