Jaylen Brown ha parlato del periodo difficile che stanno vivendo i Boston Celtics e della sua convivenza con Jayson Tatum.

FOTO: NBA.com

Come avevamo riportato di recente, l’aria intorno ai Boston Celtics si stava facendo sempre più pesante nelle ultime settimane. Ad alimentare le indiscrezioni sono stati i risultati altalenanti che la squadra continua ad avere da ormai un anno e mezzo, che non permettono di ottenere un buon piazzamento nella Eastern Conference (attualmente i Celtics sono decimi, con 19 vittorie e 21 sconfitte), né di avere una visione chiara circa il futuro che potrebbe attendere questo roster.

La posizione di Brad Stevens e soci, però, è stata chiarita da un recente report di Matt Moore (Action Network), dopo il quale molte voci di mercato si sono affievolite. La volontà della dirigenza non è quella di scomporre il duo Brown-Tatum, anzi, è ancora quella di costruire intorno ai Jays, cercando di aggiungere al loro fianco una terza stella.

Dopo tutte le indiscrezioni dell’ultimo periodo, nella giornata di ieri lo stesso Jaylen Brown si è voluto esprimere sulla sua compatibilità, umana e tecnica, con Jayson Tatum:

“Penso che possiamo giocare insieme. Abbiamo giocato bene insieme per la maggior parte della nostra carriera. L’ultimo anno non è andato come previsto, ma penso che molte delle avversità che stiamo attraversando ora ci aiuteranno a crescere e migliorare in futuro. Se superiamo questa crisi e continuiamo a imparare, penso che abbiamo molto di buono da dimostrare.

Io e JT parliamo molto. Abbiamo l’abitudine di parlare dopo le partite, comunichiamo tra di noi. Siamo sulla stessa linea d’onda, siamo concentrati sul migliorarci e non pensiamo alle voci che vengono da fuori.”

FOTO: Boston.com

Guardando ad alcune recenti sconfitte dei Celtics, una cosa per cui coach Ime Udoka dovrà sicuramente trovare una soluzione sono le tante partite perse a seguito di ampi vantaggi accumulati. Dopo l’ultima rimonta subita contro i Knicks, è salito a 4 il numero di volte in cui Boston si è fatta rimontare da un vantaggio di almeno 19 punti. Jaylen Brown ha detto al riguardo:

“Impariamo dall’esperienza. So che i tifosi sono stanchi di sentirlo, ma c’è ancora molto da appredere e in cui crescere. Io sto migliorando come giocatore di basket, e anche Jayson sta migliorando come giocatore di basket.

Infine, JB ha parlato dell’aspetto più criticato della sua convivenza con Tatum, ovvero la carenza di playmaking del duo, che ha contribuito nell’ultimo anno e mezzo a rendere poco fluido l’attacco dei Celtics:

“Io e Jayson stiamo cercando di mettere i nostri compagni nella posizione di farli rendere al meglio. È più difficile di quanto sembri. Quindi dobbiamo solo continuare a migliorare, fare le giocate giuste, fidarci di noi stessi, fidarci dei nostri compagni di squadra, del nostro staff tecnico e lasciare che i frutti di questo lavoro si vedano sul campo.”