Il Draft si avvicina, e le speculazioni sull’offseason dei Phoenix Suns si moltiplicano. Il caso più scottante in Arizona riguarda ovviamente Deandre Ayton, cui all’alba della stagione 2021/22 i Suns avevano deciso di non offrire quella max extension (5 anni, 175 milioni di dollari circa) che il centro desiderava. Le parti non hanno trovato un accordo entro l’inizio della stagione, e DA ora si avvia verso la restricted free agency.

Sulla priorità di Ayton ci sono pochi dubbi: ricevere quel “max contract” che altri colleghi della Draft class 2018 (tra cui Luka Doncic e Trae Young) hanno già ottenuto. La sua volontà di restare a Phoenix, invece, è stata messa in dubbio più volte nel corso dei mesi: dal “PAY-AYTON” di settembre al presunto screzio con Monty Williams che ha portato ai 17 minuti in Gara 7 contro i Mavs (motivazione ufficiale: “it’s internal”), fino al prossimo evento organizzato da JaVale McGee cui parteciperanno quasi tutti i Suns… tranne Deandre. Indizi, o semplici speculazioni?

Quello che sappiamo per certo è che il “full max” quinquennale ($175M) chiesto da Ayton non convince del tutto il front office dei Suns, che forse potrebbero invece essere più propensi ad offrire un accordo da 4 anni e $135M. In assenza di un compromesso del genere, il centro bahamense testerà la free agency alla ricerca del tanto agognato max contract, che da una qualsiasi squadra che non siano i Suns si assesterebbe intorno ai $127M in 4 anni. Essendo restricted free agent, comunque, Phoenix avrà la possibilità di pareggiare l’offerta e trattenere il centro in Arizona.

Nella giornata di oggi Jonathan Givony (ESPN) ha riportato che i Suns stanno cercando di cedere uno dei propri contratti – il primo nome sulla lista è quello di Cameron Johnson – in cambio di una scelta al Draft, magari quella dei Pelicans (numero 8), con l’intento di alleggerire il salary cap e prepararsi per ri-firmare Ayton. I rumors delle ultime settimane, però, vanno in direzioni contrastanti da questo punto di vista.

In caso di addio, Phoenix cercherà sicuramente di trovare una sign&trade, così da non perdere la prima scelta assoluta di quattro anni fa senza ottenere nulla in cambio. Tra le possibili destinazioni, diversi insider nelle ultime settimane hanno suggerito il nome degli Atlanta Hawks, oltre a quelli noti da tempo di San Antonio Spurs, Detroit Pistons, Portland Trail Blazers e Charlotte Hornets.

Nelle prossime settimane scopriremo quale sarà la prossima maglia di Deandre Ayton, e come usciranno i Suns da questo braccio di ferro che ha fatto storcere il naso a molti tifosi della Valley Nation.