FOTO: Andscape

Questo contenuto è tratto da un articolo di Lee Tran per Fadaway World, tradotto in italiano da Marco Marchese per Around the Game.


 

I Miami Heat hanno sfiorato le NBA Finals quest’anno, e ora sono al lavoro per trovare i giusti accorgimenti per alzare il tiro in vista della prossima stagione.

Uno dei punti chiave sarà la permanenza (o meno) del veterano PJ Tucker, a cui verrà sottoposto un contratto da 3 anni e $33 milioni dai Philadelphia 76ers, secondo quanto riportato da Ira Winderman (The South Florida Sun-Sentinel). Secondo l’isider, se Tucker dovesse decidere di lasciare la Florida, i i principali candidati a sostituitlo sarebbero Jae Crowder e TJ Warren.

“Visto l’approssimarsi di PJ Tucker ai 37 anni, le squadre interessate a lui potranno proporgli al massimo un triennale, vista la regola NBA che vieta gli accordi duraturi tra franchigie e giocatori over 38. Anche se i 76ers hanno come priorità creare spazio salariale – tramite trade o provando a ri-firmare James Harden a cifre leggermente ridotte (e creare una mid-level exception da $10.3 milioni) – sembrano intenzionati, secondo varie fonti, ad offrire un triennale da $33M a PJ Tucker.

In caso di addio da parte di PJ, alcune fonti vicine alla franchigia sostengono che gli Heat siano intenzionati ad imbastire una trade per far tornare “a casa” Jae Crowder, al suo ultimo anno di contratto coi Suns, oppure a pescare dal mercato dei free agent, con TJ Warrer come primo candidato. Tuttavia, la priorità rimane la conferma di Tucker, come confermato dagli attestati di stima di compagni e staff nei suoi confronti.”

Ira Winderman (di The South Florida Sun-Sentinel)

Di certo Warren e Crowder sono due tipologie di giocatori e profili differenti. Il primo è più propenso allo scoring, ma ci sono grandi incognite legate al suo stato di salute; il secondo è un investimento “sicuro”, un 3&D testato con i Suns ai massimi livelli, ma per cui sarebbe necessario un accordo con la franchigia dell’Arizona.

Miami, secondo diversi rumors, sta monitorando inoltre la situazione legata a Dejounte Murray, possibile partente dai San Antonio Spurs, al centro di parecchie speculazioni di mercato nelle ultime settimane.

Insomma, il mercato di Miami è in una fase di studio, attendendo l’apertura della free agency e la decisione di PJ Tucker.