FOTO: The Sixers Sense

Dopo aver rifiutato la player option da oltre 47 milioni di dollari prevista per il 2022/23, James Harden si incontrerà con la dirigenza dei Philadelphia 76ers nella lussuosa località degli Hamptons per discutere il nuovo contratto.

La cosa interessante riportata da Chris Haynes è che si tratterà di un accordo pluriennale, escludendo quindi un contratto della durata di un solo anno e che, probabilmente, non sarà di durata inferiore ai tre anni.


Dopo le firme di PJ Tucker e Danuel House, la decisione sarà atta a facilitare la costruzione del roster di Philadelphia, con il Barba che verrà incontro a Daryl Morey e al resto del front office finanziariamente. Si presume, infatti, uno stipendio con un primo anno nel range dei $30-36 milioni, molto al di sotto dei $47.4 di player option lasciati sul piatto.

Molto probabile che si tratterà di un contratto con una crescita massima anno per anno dell’8%, per cui ci si aggirerà sulla quota massima di circa 118 milioni di dollari in tre anni. Questo, ovviamente, solo facendo una stima, dato che non si conosceranno fino alla fine i dettagli dell’accordo, che potrebbe essere strutturato in maniera da far recuperare al Barba i guadagni sacrificati nell’immediato.

Se una cosa, per il momento, è certa, è che James Harden ha fatto una scelta molto preziosa per i Philadelphia 76ers.