L’infortunio al piede della star dei New Orleans Pelicans ha subito una regressione che lo costringerà a stare fuori fino a nuovo avviso.

FOTO: nypost.com

Il debutto in stagione di Zion Williamson dovrà, ancora una volta, slittare. A fornire l’aggiornamento è stato uno statement rilasciato dai New Orleans Pelicans, del quale segue la traduzione:

“Dopo aver provato un persistente dolore al piede destro, Zion Williamson si è sottoposto ad una scansione medica, la quale ha rivelato una regressione nel processo di guarigione ossea del quinto metatarso. Di conseguenza, il volume e l’intensità dei suoi allenamenti sarà ridotto per un periodo di tempo indeterminato, in modo da favorire il processo di guarigione ossea. Saranno forniti ulteriori aggiornamenti.”

Un ulteriore passo indietro, dunque, rispetto ai già negativi aggiornamenti del 2 dicembre (riportati QUI), che avevano visto Williamson passare da allenamenti in 4-contro-4 a semplici sessioni di tiro e lavori 1-contro-0.

Nonostante la buona tenuta nel corso della stagione scorsa, nel corso della quale ha dimostrato tutto il suo strapotere, Zion conferma l’identikit tracciato al suo ingresso nella lega: un possibile talento generazionale con una tendenza preoccupante agli infortuni.

Dopo aver perso gran parte del primo anno fra COVID e infortunio al menisco, molto probabilmente Williamson si troverà costretto a restare defilato anche per tutta la durata di questa Regular Season, influenzando per forza di cose il cammino di New Orleans. Il Front Office si troverà sicuramente costretto a prendere delle scelte, e decidere di tenere Zion ai box potrebbe non essere la peggiore di queste.

Con una stagione perdente i Pelicans potrebbero mantenere la First Round Pick del Draft 2022 ceduta agli Hornets con una protezione top-14, e nel frattempo affrontare il mercato da “seller”, cercando di organizzare un roster il più funzionale possibile in previsione del ritorno della loro giovane star.

Nel frattempo, si dovrà solo restare con il fiato sospeso in attesa del ritorno (e delle modalità di esso) di Zion Williamson.