FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Siddhant Gupta per Sportskeeda, tradotto in italiano da Edoardo Viglione per Around the Game.


Russell Westbrook è, ancora una volta, al centro dei rumors di mercato. Secondo Eric Pincus di Bleacher Report ci sono anche i Miami Heat tra le franchigie interessate all’ex Thunder, anche se in maniera leggermente diversa rispetto alle altre. Westbrook è stato uno dei giocatori più “chiacchierati” nell’offseason con i Lakers, che hanno cercato di scambiarlo dopo una stagione deludente. 


Apparentemente, però, non è stato trovato alcun accordo e quindi Russ è rimasto nel roster gialloviola, dove è stato costretto a cambiare ruolo giocando in uscita dalla panchina. Da sesto uomo, Westbrook ha anche fornito buone prestazioni, ma questo non ha contribuito a mettere del tutto la parola fine alle voci che lo coinvolgono in ipotetiche trade. 

I Lakers stanno cercando attivamente giocatori di rotazione per migliorare il proprio roster, in particolare dei tiratori, e sono stati impegnati in delle trattative con diverse franchigie, in particolare con i San Antonio Spurs e gli Indiana Pacers (con i quali una trade è saltata, secondo QUESTE voci, per volere di Jeanie Buss). 

Eric Pincus ha sì ipotizzato una delle solite fanta-trade, comprensiva di Los Angeles Lakers, Detroit Pistons ed infine anche i Brooklyn Nets, però ha soprattutto aggiunto che la franchigia del Michigan non vede come buoni giocatori di rotazione Westbrook, Beverley o Nunn. Se invece la situazione di Russ si fosse conclusa, o dovesse concludersi, con un buyout, ci sono molte voci che vedono Westbrook vicino ai Miami Heat.

I Lakers potrebbero cedere il trio di guardie insieme alle loro sue prime scelte future, ma Pincus aggiunge che i Pistons non sarebbero interessati a nessuno di loro tre. Quindi ecco che Miami emerge come probabile destinazione per Russ, con gli Heat che agirebbero proprio come hanno fatto i Los Angeles Clippers con John Wall. Una mossa del genere potrebbe fare la differenza per gli Heat?

Il possibile accordo tra Miami e Westbrook non rappresenta niente di terrificante per la lega e lo scenario realizzato da Eric Pincus lascia comunque spazio a tante speculazioni. Se dovesse andare così, tuttavia, il vincitore di questa mossa di mercato sarebbe indubbiamente Westbrook.

Russ da sesto uomo sta viaggiando con una media di 15.2 punti, 7.9 assist e 5.8 rimbalzi a partita, risulta anche più produttivo per la squadra e fornisce anche una solida presenza difensiva. 

Se dovesse unirsi a Miami, Westbrook potrebbe aiutare la squadra a superare i problemi di quest’inizio di stagione. La sua mentalità si lega bene alla cultura degli Heat e Russ si troverebbe in un contesto dove possa giocare liberamente ed esprimere il suo valore offensivo. Considerando anche i suoi miglioramenti recenti, Westbrook ha tutto per brillare a Miami. Il fit con Butler e Adebayo, tuttavia, non sembra il migliore possibile, ma alle difficoltà in attacco che ha Miami, Westbrook può essere un valido rimedio. 

Secondo Jovan Buha di The Athletic, Westbrook sarebbe ancora tutt’altro che incedibile, con molte preoccupazioni interne ancora vive riguardo al suo ruolo in squadra. Se il tutto dovesse esacerbarsi entro la trade deadline, non ci sarà nulla da dare per scontato.