Questo contenuto è tratto da un articolo di Lee Tran per FadeawayWorld, tradotto in italiano da Marco Barone per Around the Game.


Victor Wembanyama è uno dei prospetti più attesi che si ricordino nella storia dell’NBA, o quantomeno dai tempi di LeBron James. Come ha raccontato Adam Silver in una conferenza stampa durante la Preseason, “le squadre guardano al prossimo Draft con la bava alla bocca”, e per buonissimi motivi.


Allo stato attuale, Wembanyama supera i 2.20m (se non qualcosa di più) di altezza. Se entrasse ora nella lega, sarebbe già uno dei giocatori più alti in assoluto: qualcosa a cui il giovane francese è abituato da sempre, come conferma una foto che di recente è diventata virale, di quando Wemby aveva 11 anni e giocava per il Nanterre 92. Effettivamente, fa una certa impressione…

Di seguito, alcuni commenti trovati sul web (sotto al post con questa foto, pubblicato da House of Bounce) che hanno dato voce, più o meno, a quanto abbiamo pensato tutti:

  • “È come un adulto in mezzo ai bambini”
  • “Questa foto è davvero ridicola”
  • “Mi ricorda Kareem, che alle elementari era alto come gli insegnanti”
  • “Giannis è cresciuto abbastanza tardi. Vic è sempre stato assurdo!”
  • “Anche il 12, quello dietro Victor, sembra altissimo, ma…”
  • “Vicino a Wemby sembrano tutti bambini di 5 anni”

Se le aspettative su Wembanyama sono così alte, comunque, non è ovviamente per le sole dimensioni fisiche. Sono le qualità atletiche e tecniche, combinate a tale stazza, a renderlo un “prospetto generazionale”, come recentemente ha confermato a Forbes un (anonimo) agente che rappresenta diversi atleti in NBA e in Europa:

Se non si farà male, potrà diventare il miglior giocatore di sempre. È per distacco il numero uno del campionato francese, e quando ha sfidato dei giocatori Pac-12 di primo livello, i migliori prospetti collegiali o dei profili con esperienza NBA, ha dominato. Dominato. Credo che la gente sottovaluti la fisicità di Wembanyama solo perché è magro, ma ha grande forza. Quando avrà fatto esperienza in NBA, potrà essere veramente inarrestabile. Dal primo giorno sarà un rim protector eccezionale, e offensivamente diventerà sempre più efficiente.

Il countdown per Wembanyama è partito, e non certo da oggi. L’appuntamento è fissato al 16 maggio con la Lottery, e poi al 22 giugno con il Draft.