Questo contenuto è tratto da un articolo di Lee Tran per Fadeaway World, tradotto in italiano da Marco Barone per Around the Game.


Non ci sono dubbi sul fatto che Victor Wembanyama sia uno dei prospetti con più hype della storia recente, se non il primo in assoluto sotto questo aspetto. In molti credono sia un talento generazionale (una definizione QUI), essendo la combinazione di taglia, atletismo e skillset che lo contraddistingue unica nel suo genere.


Ci sono stati numerosi confronti anche tra Victor Wembanyama e LeBron James, termine di paragone per moltissimi talenti approdati in NBA negli ultimi anni, senza che mai nessuno riuscisse a rivelarsi all’altezza della aspettative. Ospite da JJ Redick, sul podcast The OldMan&TheThree, il giovanissimo giocatore francese ha risposto a questa domanda con nonchalance:

JJ Redick: “Quando senti dire che sei il miglior prospetto da LeBron, non senti la pressione?”

Victor Wembanyama: “No, nessuna pressione per questo.”

Wembanyama ha poi allargato il concetto alla propria filosofia di vita, lasciando di stucco Redick – che ha posto una domanda sul fatto che molti giovani, arrivati in NBA, perdano la percezione della realtà e delle priorità:

“Ci ho pensato molto e non diventerò mai così, non perderò mai di vista la realtà, facendo poi qualche cazzata. Questo perché so cosa voglio, sono guidato dall’interno, nulla può portarmi lontano dal mio cammino. Faccio tutto quello di cui sono capace, perciò mi merito quello che ottengo. E io penso che moltissimi giovani siano molto talentuosi, fisicamente o tecnicamente, ma anche che la loro mente spesso non sia allineata con questo talento.”

“Si tratta della vita, di realizzare te stesso in questo universo. Quando mi serve motivazione, energia, e mi sento stanco, quando sento di dover lottare in campo ed è difficile, ricordo sempre di essere libero in questo universo. Faccio tutto quello che posso e so cosa voglia fare e nulla mi fermerà dal farlo. E ho sempre questo in testa. Non si ferma solo alla pallacanestro, è vita.

Al di là dei divertenti commenti di Redick (“Fanculo… ha avuto l’illuminazione. Vorrei tanto essere anche io ‘free in that universe'”), è abbastanza chiaro come Victor Wembanyama abbia al momento un solo focus, che lo ha guidato fino a questo punto, diventando il favorito assoluto per la prima scelta al Draft 2023.

Vedremo se il suo mindset gli permetterà di diventare una superstar in NBA. Di seguito l’episodio completo: