Gli Utah Jazz potrebbero essere i grandi venditori di questa trade deadline: i giocatori potenzialmente sul mercato

Dopo aver ceduto Donovan Mitchell e Rudy Gobert in estate, quella degli Utah Jazz doveva essere la più classica delle stagioni di transizione, senza nulla da chiedere alla classifica. Il campo ha poi dato esito diverso, e dopo circa 50 partite i Jazz sono in piena lotta per la qualificazione ai Playoffs.

Nonostante questo, la costruzione futura di un roster che possa avere ambizioni da titolo rimane la priorità assoluta. Quando siamo ormai alle porte della trade deadline, dunque, le riflessioni sulla strategia da adottare sul mercato rimangono. Utah ha a roster parecchi giocatori interessanti e appetibili, che hanno in questi mesi portato in alto il loro valore, e potrebbero portare in cambio importanti asset per il futuro.

Il front office lo sa bene, e secondo il noto insider NBA Marc Stein, è ben disponibile ad ascoltare offerte per quasi tutti i giocatori presenti nella rosa. Gli unici considerati incedibili sarebbero Lauri Markkanen e Walker Kessler, su cui la franchigia ha intenzione di puntare per gli anni a venire.


Questo significa che giocatori importanti come Mike Conley, Jordan Clarkson e Collin Sexton potrebbero cambiare casacca nelle prossime settimane. Le squadre interessate a loro certamente non mancheranno, se i prezzi richiesti non saranno esagerati. Lo stesso Jarred Vanderbilt, più role player rispetto agli altri tre, potrebbe far comodo a numerose contender.

Dopo i Toronto Raptors e gli Charlotte Hornets dunque, anche gli Utah Jazz potrebbero risultare protagonisti della trade deadline 2023, e contribuire a cambiare gli equilibri della stagione in corso.