Se Patty Mills è titolare di una tessera “frequent flyer” con una compagnia aerea, siamo sicuri che negli ultimi giorni il veterano ex Spurs ha decuplicato i punti accumulati sul suo account.

Scherzi a parte, l’australiano negli ultimi dieci giorni è stato rimbalzato da una squadra all’altra, uno scambio dopo l’altro, e ancora il suo giro non sembra finito. Procedendo con ordine, ecco i trasferimenti che hanno interessato il 34enne dall’apertura della free agency (30 giugno) ad oggi:

  • 1 luglio: dai Brooklyn Nets agli Houston Rockets
  • 2 luglio: dagli Houston Rockets agli Oklahoma City Thunder
  • 8 luglio: dagli Oklahoma City Thunder agli Atlanta Hawks

… e come anticipato, i viaggi per Patty potrebbero non essere finiti qui. Se a Houston e Oklahoma City sembrava che Mills potesse avere un senso come veterano e “chioccia” per i tanti giovani a roster, ad Atlanta l’affollamento nel parco guardie – composto da Trae Young, Dejounte Murray e Bogdan Bogdanovic, cui recentemente si è aggiunto Kobe Bufkin (15esima scelta al Draft 2023) – lascia presagire un’altra partenza.


Come riportato da Adrian Wojnarowski (ESPN) all’indomani del terzo affare che lo ha coinvolto, “gli Hawks devono ancora decidere cosa fare di Patty Mills, e il suo contratto in scadenza da $6.8M continua ad avere valore nelle trattative”.

Un po’ di pazienza, Patty, e forse la prossima sarà la volta buona…