FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Divij Kulkarni per FadeawayWorld, tradotto in italiano da Silvia Usberti per Around the Game.


Finchè i Toronto Raptors saranno parte degli Eastern Conference Playoffs, ci saranno dubbi riguardo alla disponibilità di tutti i giocatori per le partite in Canada. L’obbligo vaccinale, infatti, è stato revocato recentemente a New York City, ma è ancora parte delle restrizioni in vigore sul suolo canadese per il contenimento del Covid.

Nel caso dei Philadelphia 76ers, l’assente è Matisse Thybulle, che non potrà scendere in campo per Gara 3 e Gara 4 in quanto non ha ricevuto la dose booster. Thybulle potrebbe anche saltare l’eventuale Gara 6, a meno che non si vaccini ora. La sua posizione a riguardo, però, fa intendere che non lo farà.

Thybulle ha espresso la sua fiducia nella medicina neuropatica e nei rimedi alternativi, dicendo di non essere convinto che il vaccino possa dargli vantaggi che le terapie alternative non gli procurino già.

“Questa è una decisione che ho preso tempo fa. Sono cresciuto in una famiglia che crede nella medicina olistica e non abbiamo mai usato il termine ‘no-vax’. Ci siamo sempre curati con la medicina cinese e grazie a specialisti neuropatici.”

Thybulle ha ricevuto la prima dose del vaccino l’anno scorso, sperando che avrebbe impedito di ammalarsi o diffondere il Covid al 100%. Dopo aver preso atto che non fosse così, si è sentito più a suo agio curandosi e proteggendosi con la medicina olistica.

L’assenza di Thybulle per due/tre partite sarà pesante per i Sixers. Ne abbiamo parlato qui.