Non proprio il backup center che ci si aspettasse i Denver Nuggets potessero affiancare a Nikola Jokic. DeAndre Jordan, in uscita dai Philadelphia 76ers, entrerà a far parte del roster di coach Mike Malone, dopo che l’organizzazione si era già mossa per far arrivare Kentavious Caldwel-Pope in Colorado.

Le cifre saranno quelle del minimo salariale.

Jordan non è un profilo propriamente adeguato alla pallacanestro dei Nuggets, dai quali ci si sarebbe potuti aspettare forse la conferma – sempre al minimo – di un lungo più à-la-Cousins. Difficile trovare una spiegazione alla mossa in sé, se non che Denver cercherà quasi sicuramente un backup di livello per il serbo, mentre l’ex-Sixers rivestirà il ruolo da terzo nella rotazione dei centri, trovando magari qualche minuti giusto in Regular Season.