Il centro bahamense si è appena accordato con la franchigia dell’Hoosier State per il più grande offer sheet della storia NBA.

FOTO: NBC

La notizia era nell’aria da giorni, ma Adrian Wojnarowski le ha appena dato i crismi dell’ufficialità: DeAndre Ayton ha accettato un’offerta da 133 milioni in quattro anni (il massimo salariale possibile) da parte degli Indiana Pacers. Nonostante questo accordo, tuttavia, la condizione di restricted free agent di Ayton, fino alla scorsa stagione legato da un contratto rookie, permette ai Phoenix Suns di avere due giorni per pareggiare l’offerta e tenere il giocatore.

A differenza di quanto abbiamo riportato in questi mesi, tuttavia, la franchigia dell’Arizona sembra propensa a sostenere questo tipo di costo economico per il centro caraibico, che avrebbe in caso di ri-firma anche il potere di porre il veto a qualunque possibile trade (comunque da imbastire dopo il 15 gennaio, deadline entro la quale DeAndre non sarebbe scambiabile). L’operazione Pay-Ayton sembra essere conclusa, quella di un titolo per questo core dei Suns, invece, non ancora.