Dalla sconfitta alle NBA Finals alla nuova stagione: l’intervista alle due stelle dei Boston Celtics

FOTO: NBCSPORTS.com

Uomini di copertina di quella che è attualmente la miglior squadra della lega, Jayson Tatum e Jaylen Brown hanno concesso una lunga intervista a Sam Amick e Jared Weiss di The Ahtletic. Tra i tanti argomenti, non potevano non spiccare il dolore per la sconfitta alle NBA Finals 2022 e lo straordinario inizio di stagione 2022/23.

  • La sconfitta alle NBA Finals

Sia Tatum che Brown parlano con molta onestà della delusione vissuta qualche mese fa. Tatum menziona il percorso fatto durante la stagione:

Perdere alle Finals ha lasciato davvero il segno. Eravamo tutti distrutti. Tutti nell’organizzazione sappiamo quanto abbiamo investito nella scorsa stagione, E’ stata così dura perchè ci eravamo davvero vicini. Durante la stagione siamo passati dall’undicesima posizione alla seconda, abbiamo affrontato Brooklyn al primo turno, abbiamo giocato due serie da sette partite. Abbiamo dato letteralmente tutto quello che avevamo, e perdere così alla fine ha devastato tutti noi.


Quest’estate ci è servita per migliorare tutti individualmente, così da poter diventare una squadra migliore. Nessuno si aspettava il cambio di allenatore, ma penso che fossimo troppo concentrati per lasciarci influenzare. Eravamo affamati, e non volevamo sprecare una stagione, perché sapevamo di cosa siamo capaci. Onestamente, ci ha resi più affiatati come gruppo.

Brown trova invece il lato “positivo” nel vivere una sconfitta così dolorosa:

E’ stato estremamente deludente. Sentivamo che la vittoria era dietro l’angolo, cominciavamo a sentirne l’odore. Tutti pensavano che avremmo vinto, tutti si aspettavano che vincessimo, e non abbiamo vinto. Ecco da dove vengono la delusione e la rabbia. E’ stato imbarazzante, in un certo senso, ma è da questo che nasce la crescita. Tutto il mondo sta guardando, e ti hanno appena visto perdere. Tutto il mondo ci ha visti perdere, e questo ti rende più umile.

  • Il cambiamento di mentalità di Tatum

JT si è dilungato sul drastico cambiamento che si è imposto durante l’estate, sotto ogni punto di vista:

Devo migliorare anno dopo anno. Metto tutto me stesso nella pallacanestro. E dopo la sconfitta alle FInals, chi mi sta intorno lo sa, ho cambiato tutto. Ora ho uno chef, ho un piano sul peso che devo tenere. sulle cose che mangio, su quante volte al giorno mangio. Mi sono anche divertito quest’estate, ma quando sono tornato ad allenarmi, sarò uscito due volte in sette settimane. E tutto questo perché non voglio dare nulla per scontato; non è detto che si ritorni alle Finals, potrebbe essere stata l’unica volta, o potremmo tornarci altre nove volte. Ho realizzato quanto è difficile arrivare a quel livello, quindi devo avere la giusta mentalità


Per leggere l’intervista completa: