“Non sono mai stato così spaventato in vita mia” Charles Barkley e l’esilarante episodio durante le Olimpiadi del 1992

Questo contenuto è tratto da un articolo di Orlando Silva per Fadeaway World, tradotto in italiano da Redazione Around the Game per Around the Game.



Recentemente, Charles Barkley ha ammesso di essere stato terrorizzato al primo incontro con coach Mike Krzyzewski, durante le Olimpiadi del 1992, quelle del Dream Team. Curiosamente, la paura non aveva nulla a che fare con la pallacanestro. Nell’intervista rilasciata al podcast “The Steam Room”, Barkley ha raccontato l’esilarante episodio:

Non sono mai stato così spaventato in vita mia

Dunque, stavamo giocando le Olimpiadi con il Dream Team. Io, Michael Jordan, Scottie Pippen e Magic giocavamo a carte tutte le sere; arriva la figlia del coach Krzyzewski e dice “Charles, posso prendere un paio di birre dal tuo minibar?”, io rispondo “Certo”. Le do le mie chiavi. Quando torno nella mia camera circa cinque ore dopo, il mio minibar è vuoto

Vado all’allenamento il giorno dopo. Coach K è da una parte del campo, io dall’altra. Coach K viene verso di me, io cerco di allontanarmi, non volevo avvicinarmi a quell’uomo, ero terrorizzato.

Alla fine dell’allenamento ci siamo parlati, gli ho spiegato e gli ho chiesto scusa, e lui ha detto “E’ tutto ok, non è stata colpa tua, è stata colpa sua”