La risposta del coach di San Antonio.

Oggi, come qualunque appassionato saprà, alle 16 si disputerà la finale di FIFA World Cup. Tra i tanti a seguire l’evento, ci saranno molti volti noti della NBA, che qua e là per l’Internet hanno rivelato le loro preferenze.

Il parere più interessante, però, è senza dubbio quello di Gregg Popovich. Se non altro, per un conflitto di interessi non proprio di scarso valore. Lo storico Head Coach dei San Antonio Spurs ha allenato giocatori francesi e argentini come Tony Parker e Manu Ginobili, senza dimenticare Boris Diaw, Fabricio Oberto e, in misura minore, Nando de Colo, Joffrey Lauvergne o Ian Mahinmi.

Alla domanda su quale sarà la squadra per cui farà il tifo, Pop ha deciso di rispondere in maniera diplomatica, “come un politico”:


“Questa è una domanda che eluderò come un politico. Sapete quanto loro siano bravi in questo. Sanno come aggirare qualunque cosa, perciò lo farò anche io.”

– via Tom Orsborn, San Antonio Express-News

Le preferenze dei giocatori NBA sono fra le più variegate, a partire da Giannis Antetokounmpo (e Killian Hayes) a tifare per la Francia – o Portogallo, va bene lo stesso – fino a Josh Hart, che di recente si è fatto testimone di una propaganda non indifferente nei confronti di Lionel Messi:

“Non è possibile che Messi finisca all’Inter Miami il prossimo anno. Se lo farà, prenderò i biglietti stagionali per l’estate.”

– 1 novembre, su Twitter

“Questa World Cup risponde al dibattito su Messi e Ronaldo.”

– 10 dicembre, su Twitter

Senza dimenticare il “Go Messi!” di qualche giorno fa.