FOTO: NBA.com

La stagione dei Miami Heat si aprirà domani sera contro i Milwaukee Bucks.

Non sarà una partita come un’altra, anzi, per l’ex di turno, PJ Tucker, che dopo la vittoria del titolo al fianco di Giannis Antetokounmpo nella scorsa stagione non è stato ri-firmato dai Bucks, nonostante il ruolo centrale nella vincente cavalcata Playoffs (30’ di media a gara, in tutte le 23 di post-season).

Già i primi di agosto, dopo la firma con Miami (14 milioni per due anni, con player option sul secondo), Tucker attraverso un post sul suo profilo Instagram si era detto “sorpreso” e “shockato” dalla scelta di Jon Horst, GM Bucks, di non volerlo trattenere in squadra (per ragioni di luxury tax).

Oggi, alla vigilia del season opener degli Heat (domani), Anthony Chiang ha riportato su Miami Herald le parole di PJ sulla partita contro la sua ex squadra e sul suo sentimento per la scelta dei Bucks in offseason:

“Sono stato sorpreso da come sono andate le cose. Vinci un titolo, sei parte di una cosa speciale… Ti aspetti che ti venga fatta un’offerta per rimanere. C’è sempre la possibilità che non accada, come nel mio caso, ma non credo sia una cosa che si verifica spesso. Non in una situazione del genere. Prenderó la mia come una situazione particolare, e andró avanti. Sicuramente, peró, voglio vincere la partita di domani più di qualsiasi altra partita. Mentirei se dicessi il contrario.”