FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Lee Tran per FadeawayWorld, tradotto in italiano da Edoardo Viglione per Around the Game.


Jae Crowder è uno dei 3&D più considerati (e testati nei Playoffs) dell’intera NBA, e quindi non sorprende che sia richiesto da diverse contender dal momento in cui è diventata di dominio pubblico la sua imminente separazione con i Phoenix Suns.


Nei giorni scorsi Brian Windhorst (ESPN) ha rivelato che molte conversazioni di mercato tra i general manager della lega siano attualmente incentrati intorno a Crowder.

“Ci sono svariate proposte di trade che stanno andando avanti in questi giorni, e molte di queste coinvolgono proprio Jae Crowder. È un giocatore che interessa a molte franchigie, è disponibile sul mercato ed è al suo ultimo anno di contratto. Non sarei sorpreso se venisse scambiato per Bojan Bogdanovic.”

Brian Windhorst.

L’arrivo di Bogdanovic in Arizona è sfumato, considerata la trade di pochi giorni fa tra Jazz e Pistons, che ha portato il croato a Detroit (QUI i dettagli dell’affare). E dunque, quali altre piste di mercato rimangono possibili?

Kurt Elin (NBC Sports) ha rivelato che Miami Heat, Boston Celtics e New York Knicks sono al momento le principali pretendenti al giocatore.

Miami sta cercando di rimpiazzare PJ Tucker e vorrebbe riportare Crowder in Florida, dove aveva già giocato nel 2020. In cambio, la franchigia di Pat Riley potrebbe spedire a Phoenix un pacchetto composto da Duncan Robinson, un altro giocatore (probabilmente uno tra Cameron Payne e Torrey Craig) e una prima scelta (oppure il rookie Nikola Jovic).

Boston, invece, si trova nel pieno di una “turbolenza” interna generata dalla sospensione di Ime Udoka, ma è attiva sul mercato alla ricerca di un giocatore che possa restituire profondità al roster dopo l’infortunio di Danilo Gallinari. Appare complicato, però, riuscire a pareggiare i salari in una trade che possa essere soddisfacente per i Celtics.

I Knicks, infine, potrebbero comporre un trade package intorno a Cam Reddish (e un altro contratto) per provare a convincere James Jones.

Non è più un mistero, ormai, che Jae Crowder abbia le valigie in mano. Nelle prossime settimane scopriremo anche la sua prossima destinazione.