FOTO: FIBA

Le parole di Paolo Banchero pubblicate da FIBA verranno sicuramente apprezzate da Gianni Petrucci e Gianmarco Pozzecco, che nelle prossime settimane si recheranno a Orlando, Florida, per convincere la prima scelta assoluta dell’ultimo Draft a giocare con la Nazionale italiana nei Mondiali 2023. L’entusiasmo per questa prospettiva, ancora una volta, sembra non mancare affatto a Paolo, che ha speso queste parole per la “Squadra Azzurra”:

“È un’ottima squadra. Mi è piaciuto molto come hanno giocato contro la Serbia a EuroBasket, dove hanno mostrato una difesa incredibile e ottimi movimenti anche in attacco. È stato impressionante, e molto bello da vedere. La passione e la coesione dimostrate sono state fantastiche, e anche la passione che ci ha messo il coach. Battere una squadra come la Serbia è una dimostrazione di quello che la Squadra Azzurra può fare. Abbiamo una grande squadra, il futuro è luminoso, questo è sicuro. (…) Voglio sapere sempre di più sull’Italia, sulla cultura italiana e sulla Nazionale.

Parole di stima, poi, per Danilo Gallinari e per l’assistente allenatore Riccardo Fois:


“Ho grande rispetto per la carriera di Danilo, è stato un grande esempio per il basket italiano. Amo come si muove e come tira, è un realizzatore fantastico e la sua carriera parla per lui. Ha aiutato la Nazionale per tanti anni, ed è un grande leader. Un giocatore con cui vuoi giocare insieme. Danilo is a baller.”

“Con lui [Riccardo Fois] ho una grande connection. Parliamo molto della Nazionale e in generale del basket italiano. Sono contento di averlo come amico, mi tiene aggiornato e mi dà informazioni sulla Nazionale e sul basket in Italia.”

Banchero ha parlato infine di cosa si aspetta dal basket FIBA e degli adattamenti necessari rispetto all’NBA:

“Il modo di giocare è un po’ diverso, ma darò tutto, ogni mia energia, per avere impatto sulla Nazionale nel modo migliore possibile. Sono uno studente del gioco, non sono preoccupato: farò degli aggiustamenti e riuscirò ad essere il giocatore che posso essere anche a quel livello. Mi piace imparare cose nuove e migliorare, e quindi mi farò trovare pronto per giocare nel basket FIBA, sicuramente.”

“Credo che il basket FIBA sia molto interessante, da guardare e da analizzare. EuroBasket è stato un torneo molto, molto competitivo. E il pubblico è incredibile, in arene piene di persone che fanno rumore e che sono davvero il sesto uomo in campo. È incredibile. Le squadre sono piene di giocatori con grande talento e ci sono anche delle stelle NBA, ma la Spagna ha dimostrato che è uno sport di squadra in cui le squadre che giocano unite e condividono la palla hanno più chances di vincere titoli e medaglie.”

“Il livello in Europa è molto, molto alto, e il futuro è luminoso. Vedere ragazzi come Giannis, Jokic e Doncic, per esempio, è fantastico per il basket europeo. La loro passione e l’amore per rappresentare il loro Paese è una cosa fantastica da vedere.”