Poco meno di due anni fa Otto Porter Jr si rivelava, a sorpresa, un titolare e un giocatore chiave nella vittoria del titolo dei Golden State Warriors, capace di portare alte percentuali al tiro e presenza a rimbalzo. Oggi, dopo una stagione e mezza di buio e reiterati problemi fisici, è ai margini della NBA, acquistato alla trade deadline e poi lasciato a casa dagli Utah Jazz.

Eppure, con la carta d’identità che dice “solamente” 30 anni e una ritrovata salute fisica (secondo quanto riportato da The Athletic), Porter potrebbe tornare ad essere appetibile per le contender in cerca di un jolly.

L’ex Raptors si sta allenando ed è in cerca di una nuova squadra con cui poter firmare, dopo il buyout con i Jazz, entro la fine di febbraio, scadenza oltre la quale non potrebbe essere schierato ai Playoffs.

Squadre come Boston Celtics, Milwaukee Bucks, Oklahoma City Thunder, Los Angeles Clippers e non solo potrebbero vedere di buon occhio la possibilità di aggiungere alla rotazione un’ala con un efficace tiro in Catch&Shoot a costo zero.