Coach Malone ha confermato: non sarà uno stop di qualche partita

I Denver Nuggets avevano iniziato la nuova stagione esattamente come avevano finito l’ultima: da schiacciasassi, distruggendo gli avversari giocando un’ottima pallacanestro in entrambe le metà campo.

E’ arrivato però l’imprevisto. Durante la partita contro i Chicago Bulls, Jamal Murray è tornato ad avvertire un problema muscolare al bicipite femorale della gamba destra, che già gli aveva dato fastidio durante il training camp. Murray si è fermato subito senza causare troppe preoccupazioni, ma dopo ulteriori valutazioni i Nuggets hanno scoperto che l’infortunio è più grave di quanto si pensasse.

Lo stop del partner letale di Nikola Jokic potrebbe prolungarsi fino a qualche settimana. Essendo un problema muscolare, ovviamente, è altamente sconsigliabile un rientro anticipato, per evitare spiacevoli ricadute. Lo ha confermato coach Mike Malone:


Non è un infortunio da una o due partite di stop, sarà fuori più a lungo di quanto vorremmo.

Dobbiamo stare attenti, abbiamo bisogno di tenere a mente l’obiettivo a lungo termine.

Insomma, i Nuggets ci andranno cautissimi, e verosimilmente non vedremo Murray per un po’. D’altronde, la forza dimostrata da Denver permette una certa tranquillità dal punto di vista dei risultati, anche senza il secondo miglior giocatore.