FOTO: NBA.com

Questo contenuto è tratto da un articolo di Divij Kulkarni per FadeawayWorld, tradotto in italiano da Marco Barone per Around the Game.


I New York Knicks sono reduci da una stagione 2021/22 molto deludente, in cui la squadra di Tom Thibodeau non è riuscita a qualificarsi neanche al Play-In dopo il sorprendente quarto posto a Est dell’anno precedente. Ora, dopo l’importante aggiunta di Jalen Brunson in estate, la franchigia newyorkese ambisce al riscatto e per questo potrebbe decidersi a muovere sul mercato il giocatore da tempo più “chiacchierato” in casa Knicks: Julius Randle.


Dopo l’exploit di due anni fa, coronato dalla vittoria del Most Improved Player e dalla selezione nell’All-NBA Second Team, Randle è stato protagonista di una netta involuzione nella scorsa stagione, in cui il suo rapporto con l’ambiente-Knicks sembra essersi (definitivamente) compromesso. E così, in offseason non sono mancate, anzi, le indiscrezioni in merito a un suo possibile addio, e dopo appena un mese di stagione i trade rumors stanno tornando a intensificarsi.

Tra le varie ipotesi, una destinazione che nelle ultime ore sta prendendo quota sono i Miami Heat.

Come riferito da un anonimo executive NBA a Mark Nilon e Sean Deveney (Heavy.com), infatti, la squadra di Erik Spoelstra è alla ricerca di un profilo nello spot di ala grande che li possa aiutare nella metà campo offensiva, e Randle potrebbe fare al caso loro: “Miami è probabilmente la squadra più attiva alla ricerca di una power forward e Randle sarebbe quantomeno interessante vicino a Bam Adebayo e Jimmy Butler. Gli Heat hanno il materiale per sopperire alle mancanze di Randle nella metà campo difensiva, e potrebbero beneficiare della sua presenza in attacco.”

Sempre secondo questo executive, l’eventuale trade package potrebbe essere il seguente:

New York Knicks ricevono: Duncan Robinson, Omer Yurtseven, Nikola Jovic
Miami Heat ricevono: Julius Randle