Il lungo serbo ha deciso di non rimanere con i Warriors, nonostante ci fosse la volontà di riportarlo nella Baia.

FOTO: NBC

Lo smantellamento della second unit dei Golden State Warriors, dovuta all’oggettivo intasamento del salary cap e all’inevitabile innalzamento delle richieste contrattuali post-titolo, aggiunge una nuova pedina in questi minuti.

Secondo quanto riportato da Marc Stein, infatti, Nemanja Bjelica, nonostante i tentativi del front office californiano di trovare un accordo per mantenerlo agli ordini di Steve Kerr, avrebbe deciso di tornare in Europa per la prossima stagione. La squadra prescelta – sempre secondo l’insider – sarebbe il Fenerbache.

A pesare sulla decisione del Campione 2022, con ogni probabilità, sono intervenuti, oltre al fattore-età, considerazioni di carattere economico: Golden State, infatti, non poteva – e probabilmente non voleva – offrire più di un accordo al minimo salariale.