Buyout market, corsa per Kevin Love: perché i Miami Heat sono favoriti

Dopo più di otto anni ai Cleveland Cavaliers, il veterano ed ex All Star Kevin Love era recentemente uscito dalle rotazioni, e ha dunque deciso di chiedere il buyout e cercare destinazioni dove possa ancora dire la sua su un parquet NBA.

Nonostante l’avanzare dell’età e il conseguente calo delle prestazioni, evidente soprattutto nella metà campo difensiva, Love ha ancora caratteristiche di innegabile utilità, che fanno di lui un pezzo richiesto dalle squadre da Playoffs alla ricerca dell’ultimo tassello per le loro rotazioni.

Le contendenti a Love sono infatti diverse: Suns, Lakers, Nuggets, Warriors, Celtics, Sixers e Clippers faranno certamente un tentativo. Ma secondo Michael Scotto di Hoopshype, i favoriti sarebbero i Miami Heat, che in virtù dell’assenza di profondità nel frontcourt potrebbero garantire al 34enne il minutaggio che cerca. Miami, tra l’altro, non è certo una meta sgradevole, e occorre sempre tenere conto anche di questo fattore.


Per convincere Love, anche le altre squadre dovranno fare in modo di assicurargli uno spazio solido nelle gerarchie della rotazione.