La franchigia californiana vuole migliorare il proprio roster di guardie. I due veterani sembrerebbero essere i profili ideali.

FOTO: NBA.com

L’ennesima uscita prematura dalla postseason porta i Los Angeles Clippers, comunque scusabili dai moltissimi infortuni, ad interrogarsi su cosa il futuro possa riservare loro all’approcciarsi del quarto anno di progetto Leonard-George.

Notizia di questi giorni, riportata anche sul noto portale Hoopshype, è quella della volontà della franchigia californiana di rafforzare il proprio pacchetto guardie in vista della prossima andata, in modo da avere la creation necessaria ad affrontare la prossima stagione con una maggiore imprevedibilità offensiva.

Sempre Hoopshype riporta di due possibili candidati ad approdare alla corte di Tyronn Lue, i veterani Mike Conley e John Wall, per motivi diversi desiderosi di lasciare la propria situazione attuale.

Conley, infatti, non sembrerebbe più benvoluto in degli Utah Jazz che, sommersi dal caso-Gobert, appaiono in vena di rivoluzioni (ne abbiamo parlato QUI).

Il 35enne ha ancora un contratto di due anni, di cui il primo totalmente garantito a $22.6 milioni ed il secondo parzialmente garantito ($14.3 milioni) fino a 48 ore dopo l’NBA Draft 2023 (momento in cui anche il secondo anno diventa interamente garantito a 24.3). Una situazione che sembrerebbe quindi perfetta per una squadra come i Clippers, desiderosi di aggiungere un giocatore navigato, pronto, e dall’accordo facilmente scaricabile in caso di ulteriore fallimento e ricostruzione della franchigia.

L’organizzazione californiana, tuttavia, ha uno spazio salariale tendente al nullo, e per questo avrebbe molta difficoltà ad impostare un accordo per portare a casa l’ex-stella del grit ‘n grind. Hoopshype parla di Luke Kennard come possibile contropartita – ammettendo però che si tratti del peggior giocatore possibile per una squadra lacunosa in difesa come i Jazz.

Tuttavia, anche inserendo i 14 milioni del prodotto di Duke e postulando che Los Angeles rinunci a tutti i propri cap hold – tra cui quello dell’importantissimo Ivica Zubac – non si riesce a pareggiare il salario del giocatore di Utah. Un accordo, quindi, appare al momento molto difficile.

Proprio per questo motivo, Los Angeles starebbe pensando di portare in California un altro giocatore navigato in cerca di una nuova squadra: John Wall, per tutto l’anno separato in casa degli Houston Rockets e pronto ad un buyout con la franchigia texana – su cui i Clippers si erano già fatti avanti. Le perplessità, in questo caso, sembrano però essere tecniche: il giocatore non disputa una partita da oltre anno e, sebbene sia probabilmente pronto ad accettare un veteran’s minimum, non sembra al momento in grado di essere la point guard titolare di una squadra con gli obiettivi dei Los Angeles Clippers.

Entrambi i giocatori, quindi, presentano pro e contro alla propria acquisizione, starà ai Clippers trovare il giusto incastro, magari con un nome a sorpresa.