I Los Angles Lakers sono tra le franchigie da tenere d’occhio da qui al 10 febbraio, giorno della trade deadline. I giallo-viola vogliono riscattare una travagliata prima metà di stagione, migliorando un roster dimostratosi disfunzionale e non all’altezza delle aspettative pre-stagionali.

Tra gli asset in mano a Rob Pelinka, Talen Horton-Tucker, giovane ala al terzo anno nella Lega, è sicuramente quello con più mercato, nonostante una prima metà di stagione deludente anche da parte sua. Proprio intorno al numero 5 dei Lakers, secondo quanto riportato da Chris Haynes (Yahoo Sports) nel proprio podcast, sarebbero incentrate le trade talks degli ultimi giorni, soprattutto quelle intrattenute con i Sacramento Kings, altra squadra attiva in questa ultima fase di contrattazioni.

“Fonti interne alla Lega mi dicono che i Lakers abbiano proposto ai Kings una trade per Hield, con un pacchetto incentrato su Talen Horton-Tucker. I Kings per ora rispondono: ‘No, abbiamo offerte più vantaggiose.’ Anche loro sono molto attivi, diverse squadre li stanno chiamando.”

– Chris Haynes

I Lakers hanno dunque ripreso la pista-Hield, battuta in estate ma poi (colpevolmente) abbandonata in favore della trade-Westbrook. Sacramento, però, è convinta di poter ottenere di più rispetto a quello che i giallo-viola hanno da offrire per Buddy Hield.

Questo pacchetto, che secondo Kevin O’Connor (The Ringer) comprende anche Kendrick Nunn e una scelta al primo giro, non sarebbe stato rifiutato solo dai Kings per Hied, ma anche dai Detroit Pistons per Jerami Grant.

I Lakers, dunque, hanno iniziato a muoversi per i propri trade target, mettendo sul tavolo gli unici asset a propria disposizione: THT, K-Nunn e una scelta al Draft. A Rob Pelinka e soci il compito (arduo) di trasformare questo pacchetto in un giocatore che aiuti Frank Vogel a raddrizzare la stagione.