La prima settimana di free agency dei Los Angeles Lakers ha portato, come era accaduto alla scorsa trade deadline, a un ampio ricambio di volti nello spogliatoio. Oltre ad essere riusciti a trattenere i propri free agent (D’Angelo Russell, Austin Reaves e Rui Hachimura), infatti, i giallo-viola hanno messo sotto contratto Taurean Prince, Gabe Vincent, Cam Reddish e Jaxson Hayes, in aggiunta ai due rookie pescati al Draft 2023 (Jalen Hood-Schifino e Maxwell Lewis). Le operazioni, però, non sono ancora terminate.

I Lakers hanno ancora due posti liberi a roster, e nelle ultime 48 ore Rob Pelinka ha lasciato intendere che almeno uno dei due verrà occupato presto, con un giocatore in grado di garantire maggiore profondità nel frontcourt. Come raccontato dallo stesso general manager a ESPN, di recente lui, Darvin Ham ed Anthony Davis hanno discusso riguardo ad un maggior utilizzo di quest’ultimo da 4, e secondo Jovan Buha (The Athletic) il front office sta vagliando le opzioni disponibili sul mercato per il reparto lunghi. Di chi potrebbe trattarsi?

La free agency non ha più molto da offrire, anzi. Il nome più allettante è chiaramente Christian Wood, che non ha ancora trovato una squadra e potrebbe forse (?) rendersi disponibile per un anno al minimo salariale, in cerca di riscatto e della possibilità di monetizzare nell’offseason del 2024; un altro profilo che potrebbe attirare l’attenzione dei Lakers è quello di Bol Bol, nonostante Shams Charania (The Athletic) abbia riferito che l’ex Orlando Magic sia vicino ad accordarsi con i Phoenix Suns. Completano la lista di possibili obiettivi Bismack Biyombo, Nerlens Noel e Meyers Leonard.