FOTO: Fadeaway World

Questo contenuto è tratto da un articolo di Lee Tran per Fadeaway World, tradotto in italiano da Marco Barone per Around the Game.


I Los Angeles Lakers sono a due vittorie dalla zona Play-In, nel raggruppamento folle che definisce la corsa alla post-season nella Western Conference, e la possibilità di fare i Playoffs a fine stagione è ancora aperta. In molti, fan e non, starebbero spingendo per una trade che possa massimizzare l’ultimo periodo nella Lega di LeBron James, sebbene per adesso Jeanie Buss sia più propensa a una tattica attendista (i dettagli QUI).


I Lakers non hanno infatti molti asset da sprecare in trade che non portino a un upgrade significativo, ma hanno comunque la possibilità di essere coinvolti in qualche movimento. Kendrick Nunn è uno dei giocatori che potrebbero essere mossi in un eventuale scambio di qui e la trade deadline, e un executive NBA che ha parlato con Sean Deveney di Heavy.com considera la guardia la “prima pedina di scambio” dei giallo-viola, al momento:

“[Kendrick Nunn] Potrebbe dare una mano a molte squadre, ma devono dimostrare che possa restare integro. Ha un contratto molto appetibile, da $5.25 milioni, in scadenza a fine stagione, e i Lakers hanno bisogno di un po’ di taglia sugli esterni. Ovviamente LeBron e Anthony Davis sono intoccabile, e Westbrook è molto difficile da scambiare, perciò potrebbero inserire Nunn e Beverley in un qualche pacchetto, magari anche solo con 1 delle due first-round pick (2027, 2029). Onestamente, questo mi sembrerebbe il loro miglior trade package, al momento.”

Le parole dell’executive hanno senso, dato che Kendrick Nunn in passato ha dimostrato di poter essere una solida scoring guard, se fisicamente integro, e sarà interessante vedere se c’è ancora mercato per lui – con le fonti di Heavy.com che parlano già di un interesse diffuso all’interno della Lega. I Lakers sono stati accostati inoltre a Cam Reddish di recente, assieme a Bucks e Mavs (i dettagli QUI), e Deveney conferma che Nunn farebbe parte di un eventuale scambio con i Knicks per il giocatore.

Nonostante un rendimento molto altalenante, Kendrick Nunn sembra aver preso un po’ di ritmo nelle ultime gare, facendo registrare anche 23 punti nella gara del 6 gennaio contro Atlanta e tirando con un ottimo 12 su 20 dal campo nelle ultime due, con 5 su 11 al tiro pesante. Se di qui e la trade deadline le sue prestazioni dovessero mantenersi su questo livello, i Lakers potrebbero riuscire a inserirlo in uno scambio marginale, magari senza muovere necessariamente asset futuri.