FOTO: USA Today

Nemmeno il tempo di giocare il Play-In, che già sono ripartite le voci di mercato attorno ai Los Angeles Lakers. Croce e delizia degli small market, voci di questo tipo non si fermano mai nel corso di tutto l’anno, e questa volta arrivano da una fonte piuttosto autorevole, Jovan Buha di The Athletic, nel corso di un Q&A pubblicato su YouTube. Il reporter ha pubblicato un Q&A su YouTube durante il quale ha trattato gli argomenti più disparati, introducendo anche questioni come il prossimo contratto di D’Angelo Russell e il mercato estivo, spiegando che i gialloviola andranno alla ricerca di una terza stella:

“Andranno alla ricerca di una terza stella in offseason, me lo confermano diverse fonti. Chi è disponibile? Il nome che continuo a sentire è quello di Trae Young, che ha assistito alle partite Playoffs dei Lakers ed è un cliente di Klutch Sports, probabilmente è il più realistico. Per Kyrie Irving dipende dall’esito della stagione di Dallas e resta da capire quale sia il mercato, per Donovan Mitchell sembra ci sia più ottimismo per una permanenza a Cleveland, ma in caso di uscita sarebbero favorite le due squadre di New York. C’è poi sempre qualche dark horse, ma Trae Young è il più probabile, sarebbero necessarie tutte le future Draft picks e contratti per arrivarci, scegliendo tra Austin Reaves, Max Christie, DLo, Jarred Vanderbilt, Rui Hachimura etc., ma avrebbero modo di provarci. Rob Pelinka lo ha confermato alla trade deadline, ma posso affermare con certezza grazie alla conversazioni avute con persone dell’ambiente che andranno a caccia di una terza stella.”

Come spiega Buha, tutto poi dipenderà da quali saranno gli altri offerenti e da chi sarà la stella (di conseguenza quanto saranno disposti a spendere), ma i Lakers hanno scelte future potenzialmente di enorme valore, considerando l’età di LeBron James e Anthony Davis. Fra gli asset, su tutti, il già citato D’Angelo Russell che, stando al reporter, dovrebbe essere sul punto di ri-firmare con i gialloviola (player option da $187M su cui deliberare a fine stagione) – resterebbe solo da stabilire un accordo sulle cifre, per Buha attorno a un 65/75×3, o comunque a non più di $25 milioni l’anno. Il fatto che la stagione di DLo sia molto positiva, inoltre, fa sì che sia anche un asset di valore in un’eventuale trade, sebbene le destinazioni da free agent ci sarebbero: il nome che emerge è quello degli Orlando Magic, che Buha ricorda essere interessati anche a Klay Thompson (ne abbiamo parlato QUI). Per quanto riguarda la potenziale terza star, invece, il nome d Trae Young appare abbastanza logico: gli Atlanta Hawks sono reduci da un’altra stagione mediocre, e nelle ultime partite privi della propria stella (fuori per infortunio) hanno trovato buone prestazioni e un ottimo Dejounte Murray; Young, inoltre, oltre alle questioni ricordate da Buha, è già stato accostato moltissime volte in questi ultimi anni ai Lakers, fra cui si ricorda il report a cura dello stesso giornalista di The Athletic dello scorso settembre.


“I Lakers hanno cercato di arrivare ad altre stelle, inclusi Damian Lillard, Kyle Lowry e Kyrie Irving. Sebbene ci fossero molti nell’organizzazione, incluso LeBron James, intenzionati a inseguire Irving in estate, alla fine il front office ha dato la priorità alla continuità. Trae Young è da molto tempo nel radar di Los Angeles, e molto passa da come la sua situazione ad Atlanta evolverà.”

In attesa di vedere i risultati dei Lakers (e degli Hawks) in post-season, questa pista merita già discreta attenzione.