I Playoffs NBA, in tutti i turni che li compongono, sono decisi quasi sempre dai dettagli. In questo tipo di scenario, anche la conoscenza specifica di un giocatore da parte del coach può fare la differenza.

Tyronn Lue ha allenato Kyrie Irving per ben due anni ai Cleveland Cavaliers, attraverso due cavalcate consecutive fino alle NBA Finals; ha avuto modo di conoscere i piccoli segreti del suo sconfinato talento cestistico, e ora, che se lo ritrova di fronte, ha intenzione di usarli contro di lui.

Queste sono le dichiarazioni di Irving nel post-game dopo la pesante sconfitta subita in Gara 1 sul campo dei Clippers:


Giocare contro di lui da giocatore è un po’ diverso. Posso vedere che li ha preparati sui miei piccoli segreti. Io sto cercando di individuare ogni piccolo dettaglio da portarmi dietro in Gara 2 per fare qualche aggiustamento.

Il numero 2 ha poi parlato così della prestazione dei Mavs:

Sapevamo che avremmo avuto bisogno di togliere un po’ di ruggine. Non voglio usarla come scusa, ma internamente queste cose sono importanti per quello per cui ci stiamo preparando.

Non avevano Kawhi, quindi abbiamo dovuto fare un aggiustamento. Li abbiamo lasciati nella loro comfort zone. Dovremo essere più preparati fisicamente e mentalmente.