Dopo una fase di ‘tanking’ relativamente breve, gli Houston Rockets hanno rilanciato l’azione verso la competitività già a partire dalla stagione appena conclusa, con l’ingaggio di Ime Udoka e di diversi free agent interessanti, che hanno portato all’undicesimo posto finale, con la qualificazione al Play-In sfumata per poche vittorie.

Ora, con l’esperienza accumulata e gli asset a disposizione, i Rockets hanno intenzione di compiere immediatamente il passo successivo, con una mossa aggressiva sul trade market.

Secondo quanto riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN, l’interesse principale sarebbe quello per Kevin Durant, fenomeno alla ricerca di un ultimo assalto al titolo; nonostante il fallimento dell’ultima campagna ai Playoffs, tuttavia, i Phoenix Suns non sono disposti a cedere e pezzi, e vogliono rimanere in modalità “all-in”.


I maggiori asset dei Rockets derivano proprio dai Suns: le prime scelte al draft 2025, 2027 e forse anche quella 2029. Il front office rimarrà alla finestra in caso di terremoti particolari nell’ambiente Phoenix, con un occhio anche alla situazione di Devin Booker, nel caso si aprisse uno spiraglio.

Al di là dello sviluppo del progetto Suns, la volontà dei Rockets di cercare un upgrade significativo sul trade market rimane una notizia piuttosto rilevante.