Ne abbiamo parlato tante volte, ormai: i Los Angeles Lakers potrebbero fare una mossa di mercato da un momento all’altro. Non è un mistero che Rob Pelinka e soci stiano provando a trovare una trade per Russell Westbrook in giro per la lega, con alcuni nomi accostati ricorrentemente e da diverse fonti ai giallo-viola.

La pista più calda era ed è quella che porta a Kyrie Irving. Los Angeles è la sua prima opzione, che si tratti di questa sessione di mercato o della prossima. Sulla situazione della point guard dei Nets, però, ci sono molte incertezze, a partire dalla sua effettiva disponibilità sul mercato, e da quanto questa sia condizionata dalla permanenza a Brooklyn, o meno, di Kevin Durant.

In alternativa, altri presunti trade target dei Lakers sono Buddy Hield, Myles Turner, Patrick Beverley ed Eric Gordon.

Cosa aspettarsi, dunque? E qual è l’approccio sul mercato di Pelinka in questo momento? In un lungo Q&A (mailbag) su The Athletic, l’insider Jovan Buha ha riportato alcune indiscrezioni sulla situazione dei Brooklyn Nets e sulle possibili mosse in offseason dei Lakers. Di seguito trovate cinque estratti interessanti.

1. L’unico motivo per cui Irving non è ancora stato scambiato è che i Nets non hanno ancora trovato una trade per Durant?

“No. È un motivo importante, ma non l’unico. Se lo chiedi a cinque persone, avrai cinque risposte diverse. È difficile stabilire cosa sia vero e cosa no. Lakers e Nets ovviamente hanno avuto delle conversazioni per Irving, ma i Nets non sono interessati a cederlo finché la situazione di Durant non sarà definita. Se KD partisse, avrebbe senso per Brooklyn cedere anche Irving (magari ai Lakers, se non avessero ancora scambiato Westbrook).“Se Durant rimanesse, la nuova domanda diventerebbe come lui e i Nets vedono Irving da seconda opzione della squadra. Ci sono voci che vanno in direzioni diverse e poca trasparenza sulle intenzioni dei Nets, ma sarebbe sorprendente se scambiassero Kyrie in caso di permanenza di KD.”

2. Kyrie Irving sarà un Laker?

“Tutte le indicazioni suggeriscono che i Lakers siano la prima opzione per Irving, se lasciasse Brooklyn. Che sia entro febbraio via trade, o nella prossima free agency, quando il suo contratto e quello di Westbrook saranno scaduti. Considerando l’attuale scarso interesse tra i front office NBA per Irving, sembra che i Lakers sarebbero in prima fila anche la prossima estate.”

“Il futuro di Durant, in ogni caso, determinerà il tipo di trade package che i Nets potrebbero chiedere per Irving. Brooklyn non ha interesse a ottenere il contratto di Westbrook, quindi i Lakers devono includere una terza squadra disposta a un salary dump. Le possibili candidate sono Pacers, Jazz e Knicks. Poi, dipenderà dalle scelte al Draft. Inizialmente la richiesta dei Nets era due first-round picks. I Lakers non sembrano disposti a cederne più di una in nessun affare, ma questa posizione potrebbe cambiare per la trade giusta. Come quella per Irving.”

3. Quale secondo giocatore dei Nets, insieme a Irving, potrebbe rientrare nell’affare?

“Ci sono tre giocatori che potrebbero rientrare nell’affare e migliorare il roster dei Lakers: Joe Harris, Seth Curry e Royce O’Neale. Per me, Harris dovrebbe essere la prima scelta. Se sano, è uno dei migliori cinque tiratori dell’NBA, qualcosa che è difficile da trovare e che migliorerebbe molto l’attacco dei Lakers; ha anche una buona stazza ed è meglio difensivamente di quanto si pensi. La mia seconda scelta sarebbe O’Neale (la prima se le condizioni fisiche di Harris non fossero buone). È calato difensivamente e non ha la taglia per marcare le ali più forti fisicamente, ma rimane un giocatore solido e un tiratore affidabile. Curry è stato il migliore dei tre l’anno scorso e anche lui sarebbe un game-changing per l’attacco dei Lakers, ma in caso di arrivo di Irving servirebbero prima di tutto fisicità e difesa perimetrale.”

4. I Lakers potrebbero fare altri movimenti mentre la situazione a Brooklyn rimane incerta?

“Sì, sulla situazione dei Nets non c’è la trasparenza necessaria per far desistere i Lakers dall’esplorare altre opzioni di mercato. Il principale motivo per cui non si sono ancora mossi è che non vogliono cedere due scelte al Draft al primo giro, se non per una trade che li renda una legittima contender.”

5. La trade con i Pacers per Hield e Turner, in cambio di Westbrook e scelte al Draft, è possibile?

“Aggiungere Hield e Turner garantirebbe un upgrade alla starting lineup. Prenderebbero rispettivamente i posti di Westbrook e Thomas Bryant. Lo spacing offensivo dei Lakers migliorerebbe molto: Hield sarebbe il miglior tiratore dell’era James-Davis, e Turner è il giocatore ideale per condividere il frontcourt con AD, grazie alla sua rim protection e al suo tiro da fuori. La domanda che si stanno ponendo i Lakers è se con una trade del genere sarebbero immediatamente una contender. Credo che accetterebbero questo scambio se bastasse aggiungere una first-round pick.”