Brian Windhorst di ESPN parla di una riabilitazione sempre più efficace per il numero 23, che potrebbe tornare in campo prima del previsto.

FOTO: NBA.com

Le notizie intorno al recupero di LeBron James sembrano farsi più incoraggianti. Dopo aver saltato cinque delle prime undici partite di Regular Season, il nativo di Akron sembrerebbe in procinto di rientrare.

Secondo quanto riportato da Brian Windhorst, insider di ESPN intervistato all’interno della trasmissione This Just In, infatti, le notizie allarmistiche degli ultimi giorni sarebbero rientrate:

“Non è un infortunio grave. Dovrà fare riabilitazione, ma mi dicono che la riabilitazione sta andando bene. Forse dovrà fare un percorso di riatletizzazione, ma non credo che questo infortunio lo terrà fuori a lungo… non sarà qualcosa in grado di impattare in maniera drammatica le sue possibilità. Inoltre, parliamo di una fase di stagione in cui i Lakers non dovrebbero incontrare particolari difficoltà. Hanno avuto dei problemi, è innegabile, ma è il momento adatto per lasciar guarire con calma un infortunio, e LeBron lo sta facendo.”

(Brian Windhorst)

Secondo Windhorst, perciò, i Lakers dovrebbero aspettarsi buone notizie presto per quanto riguarda il proprio leader, che mancherà tuttavia in nottata la sessantaquattresima partita di Regular Season da quando veste in gialloviola.

Un dato decisamente significativo se si pensa che, nei primi 15 anni della propria carriera, James ha saltato solamente 71 gare su 1214. I Lakers hanno chiuso le ultime due stagioni con un record complessivo di 14-16 nelle gare in cui è mancato. Lo score di questa stagione, 2-3, continua ad andare nella medesima direzione. Le parole di Windhorst, quindi, non possono che far tirare un sospiro di sollievo all’ambiente