FOTO: NBA.com

 

Questo contenuto è tratto da un articolo di Dr. Rajpal Brar per 3CB Performance, tradotto in italiano da Marco Marchese per Around the Game.


Bam Adebayo, centro dei Miami Heat, come avevamo riportato ha subito una rottura del legamento collaterale ulnare (LCU) nella partita contro i Denver Nuggets. L’LCU è direttamente collegato al pollice ed è sollecitato nei principali movimenti della mano e soprattutto serve a controllare e dare stabilità al polso e alla mano.

Bam dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico per recuperare da questa lesione e tornare in campo.

Per ciò che concerne i tempi di recupero, abbiamo a disposizione un “freschissimo” esempio in Talen Horton-Tucker, che ha patito lo stesso infortunio ed è stato sottoposto all’intervento in questione. THT ha perso 36 giorni per questo tipo di infortunio (anche nel caso del giovane talento dei Lakers, l’infortunio era capitato alla mano destra, la mano con cui anche Adebayo predilige tirare).

Per precauzione, e considerando che ogni atleta ha i propri tempi di recupero, è il caso di considerare out il centro nativo di Newark per circa 5 settimane. Tuttavia, se lo staff medico degli Heat riscontrerà un danno maggiore rispetto a quanto previsto, è possibile che i tempi di recupero si allunghino di 1-2 settimane ulteriori. È per questo che Miami non ha indicato una stima più precisa per il rientro di Adebayo.

Sarà ovviamente necessaria una buona riabilitazione, ma, come visto anche con THT, non ci dovrebbero essere problemi postumi né particolari rischi di recidività in seguito a questo tipo di infortunio. Normalmente, dopo una lesione al legamento collaterale ulnare un atleta riesce a tornare rapidamente ad utilizzare l’intero arto senza alcuna limitazione.