Sospiro di sollievo in casa Los Angeles Lakers per l’infortunio subito da Anthony Davis ieri notte contro i Timberwolves: si tratta “solo” una distorsione al legamento collaterale mediale (MCL), senza interessamento del legamento crociato.

I giallo-viola hanno comunicato un periodo di “almeno 4 settimane” per la rivalutazione delle sue condizioni, tempistica che lascia intendere una distorsione di secondo grado. Il recupero di Davis, dunque, è previsto tra la fine di gennaio (piena attività in palestra) e l’inizio di febbraio (ritorno in campo).

Il dolore mostrato da Davis all’uscita dal campo contro Minnesota e la dinamica dell’infortunio non presagivano nulla di buono e avevano lasciato l’ambiente Lakers con il fiato sospeso, in attesa dell’esito della risonanza magnetica. La rotazione del ginocchio di AD nello scontro con Jalen McDaniels, infatti, legittimava il sospetto che si trattasse di una lesione più grave, con il possibile interessamento del legamento crociato anteriore.

Come evidenziato da Rajpal Brar (3CB Performance), dunque, “not bad news. L’MCL guarisce molto bene, grazie al consistente apporto di sangue nell’area. AD tornerà in campo presto.”