FOTO: NBA.com

A meno di 48 ore dal licenziamento di Nate McMillan, gli Atlanta Hawks sembrano aver già trovato un sostituto. Il nome, emerso fin da subito fra i favoriti, è quello di Quin Snyder, ex head coach dei Jazz e un tempo assistente proprio a Atlanta (2013/14).

Manca l’ufficialità ma, stando al report di questi minuti di Shams Charania, la società e Snyder avrebbero iniziato le conversazioni formali, con un incontro virtuale (essendo l’allenatore in viaggio) già avvenuto e uno fisico che si dovrebbe verificare nel breve termine, con un interesse reciproco per un’assunzione a stagione in corso.

Con i Jazz, l’ex head coach ha raccolto un record di 372 vittorie e 264 sconfitte in otto stagioni, classificandosi secondo come coach of the year nel 2017/18 e terzo nel 2020/21, senza mancare una singola volta i Playoffs dal 2016 al 2022, il suo ultimo anno a Salt Lake City.


Nelle ultime ore, Ime Udoka sarebbe stato preso in considerazione (come abbiamo scritto anche QUI), sebbene anche Marc Stein avesse menzionato Quin Snyder come l’unico su cui ci fosse un interesse riconosciuto pubblicamente da parte degli Hawks. Adesso non resta che attendere l’ufficialità nelle prossime ore, ricordando che altri nomi, oltre a quelli di Snyder e Udoka, sono: Charles Lee (assistente dei Bucks), anche lui fra i favoriti; Kenny Atkinson (assistente ai Golden State Warriors), Jordi Fernandez (assistente ai Sacramento Kings), Mitch Johnson (assistente ai San Antonio Spurs) e Miles Simon (coach di G League).