Le richieste degli Hawks per John Collins si sono abbassate

Quello di John Collins è senza dubbio uno dei nomi più caldi della trade deadline. Non è la prima volta, Collins si è già trovato in passato sul mercato, ma mai come in queste settimane.

Gli Atlanta Hawks sentono l’urgenza di scambiarlo, nonostante il contratto lungo, e le altre squadre lo sanno. Se la domanda era quindi inizialmente molto alta, con il tempo non può che calare. Il front office di Atlanta ha come riferimento la pirotecnica trade Rudy Gobert, ma allo stato attuale delle cose, viste le difficoltà sul campo e fuori, non ha il coltello dalla parte del manico.

In un recentissimo report, Sam Amick di The Athletic ha quantificato il calo delle richieste degli Hawks per la loro ala grande:


Dopo tutti questi anni di rumors su John Collins, gli executive che hanno recentemente parlato con gli Hawks per l’acquisizione del giocatore hanno rilevato che il prezzo richiesto è, comprensibilmente, calato significativamente.

Come ho sottolineato durante la mia recente conversazione con Collins, la combinazione della lunghezza del contratto e il calo della produzione in campo non aiutano il suo valore di mercato.

In alcuni scenari, gli Hawks chiedono semplicemente un giocatore di qualità come pedina di scambio, e non più una scelta al Draft al primo giro

Con l’abbassamento del prezzo, molte più squadre potrebbero pensare di affacciarsi alla finestra e imbastire una trade prima del 9 febbraio.