Le ultime notizie da ESPN parlano di due situazioni completamente divergenti per il futuro dei due giocatori.

Quello che gli aggiornamenti dell’ultima ora stanno facendo intendere è che si parli di due andamenti completamente divergenti per due dei nomi più caldi all’interno della NBA: Damian Lillard e Ben Simmons.

Partendo dal primo, quello che si poteva presentare fino ad oggi era uno scenario in cui, con la partenza di Neil Olshey e in attesa di un nuovo General Manager, si potesse arrivare ad una trade, prima o poi. A raffreddare ogni tipo di suggestione è arrivato il solito Adrian Wojnarowski di ESPN, che ha delineato un tracciato ben definito: Damian Lillard resterà ai Portland Trail Blazers.

Niente Sixers, Knicks o trade talks di ogni genere, dunque, per Lillard (almeno per ora). Ed è qui che inizia il percorso divergente dall’altra storyline calda del momento.

Il tragitto di Ben Simmons, a differenza di quello di Dame, non seguirà una linea definitivamente tracciata. La point guard dei Philadelphia 76ers, che ha recentemente rivelato di aver preso parte ad un percorso di psicoterapia, non è al momento delle condizioni di scendere i campo. Simmons si sta allenando separatamente dalla squadra, in attesa di una trade che possa sia allontanarlo da un contesto a cui ormai non appartiene, sia, allo stesso tempo, fermare le multe che continuano ad accumularsi, nonostante i chiarimenti sulle sue condizioni.

Il tracciato da seguire è quindi incerto per Ben, e passa attraverso selve di rumors (i più recenti sui San Antonio Spurs) e inciampi nelle scadenze. Già, perché da questo punto di vista uno spartiacque nella timeline della vicenda potrebbe essere rappresentato dal 15 dicembre, data in cui diventerà disponibile sul mercato la lista di Free Agent firmati l’estate scorsa.

Dopo questa specifica data, la tipologia di pacchetto richiesto da Daryl Morey, che richiederebbe il coinvolgimento di giocatori del calibro dello stesso Lillard o di uno Shai Gilgeous-Alexander, potrebbe subire un ampiamento di range, arrivando a coinvolgere sempre più squadre in proposte di scambi a due o a tre che coinvolgano anche un top-25 della Lega.

Se, nel caso di Lillard, le voci dietro una eventuale partenza possano dunque aver subito una battuta d’arresto, l’epopea di Ben Simmons verso la trade deadline sembra essere appena cominciata.