Dopo la grande prestazione di Stephen Curry in Gara 7 contro Sacramento (domenica scorsa), in cui la point guard di Golden State ha mandato a referto 50 punti, due ex stelle dell’NBA – Gilbert Arenas e Shaquille O’Neal – hanno parlato della carriera del numero 30 degli Warriors, e di come lo posizionano nelle classifiche rispettivamente dei migliori giocatori sotto al metro e novanta di altezza, e dei migliori playmaker di sempre.

Arenas ha detto su VladTV che, se non fosse per la sua taglia, Curry avrebbe potuto essere uno dei dieci migliori giocatori della storia dell’NBA. Circoscrivendo il discorso a giocatori più bassi di 1.90/1.95 metri (6’3”/6’4”), però, è il GOAT (Greatest Of All Time):

“Quando parli delle abilità nel ball-handling e nel trattare la palla, Steph è unico. Tra i giocatori più bassi di 1.90/1.95 metri, Steph è il re. È il GOAT.”


Shaq, invece, ha definito Steph “la miglior point guard di sempre”, davanti a Magic Johnson:

“Non c’è modo di marcare Steph, perché è un giocatore unico. Sa palleggiare, tirare e non si ferma davvero mai. Quando non ha la palla, è pericoloso; e quando ce l’ha lui, manda in tilt le difese con il suo ball-handling. Non esiste un game plan contro di lui, se non fargli pagare la taglia fisica. (…) Sì, lo metto sopra a Magic Johnson, credo sia la miglior point guard di sempre.”