Le parole dell’ex coach NBA George Karl, che critica l’atteggiamento di Joel Embiid e gli preferisce Nikola Jokic

Con le ultime dominanti settimane, Joel Embiid si sta prendendo di forza il trono di candidato numero uno per la vittoria dell’MVP. Dopo due anni di inseguimento, questo potrebbe essere quello giusto. In stagione, il centro dei Philadelphia 76ers segna circa 33 punti a partita ad altissima efficienza.

Nonostante questo, è rimasto qualcuno a criticarlo. Si tratta di George Karl, ex allenatore NBA, a cui è stato chiesto di scegliere tra lui e il rivale Nikola Jokic.

Spiegando la sua scelta, orientata verso il serbo, Karl ha spiegato i limiti che vede in Embiid:


Non voglio dire brutte cose su Embiid perché penso che sia davvero davvero forte. Molti dei miei assistenti quando era giovane continuavano a dirmi che sarebbe diventato uno dei migliori della storia.

Lo vedo muoversi verso quella direzione, ma si prende ancora troppi possessi di riposo. Ha un linguaggio del corpo svogliato. Si arrabbia e non si capisce il perché

Nelle partite che ho visto ha giocato veramente bene. Ha giocato bene nel quarto quarto, ha guidato molte vittorie in rimonta. Ma posso scegliere solo uno dei due, e scelgo Jokic sopra Embiid.